Cesano Maderno: ragazzino minacciato con un coltello e rapinato nel sottopasso, indagini in corso
CESANO MADERNO SOTTOPASSO (Foto by Cristina Marzorati)

Cesano Maderno: ragazzino minacciato con un coltello e rapinato nel sottopasso, indagini in corso

Un quindicenne è stato rapinato a Cesano Maderno da due uomini che lo hanno minacciato con un coltello per farsi consegnare lo smartphone. Stava percorrendo il sottopasso ferroviario, già scenario di rapine. Indagano i carabinieri.

Un quindicenne è stato rapinato a Cesano Maderno da due uomin che lo hanno minacciato con un coltello, mentre stava percorrendo il sottopasso ferroviario. È successo venerdì mattina della scorsa settimana. Non è la prima rapina che accade nel sottopasso. Qualche mese fa, sono avvenuti infatti diversi casi, tutti simili. I carabinieri stanno indagando.

Questa volta la vittima è un ragazzino di 15 anni, residente in città. Secondo la ricostruzione delle forze dell’ordine, stava percorrendo il sottopasso intorno alle 9.15 del mattino quando è stato sorpreso alle spalle da due giovani, che gli hanno puntato il coltello e lo hanno minacciato. Gli hanno chiesto di consegnargli il telefonino. Il ragazzo, spaventato, ha subito eseguito gli ordini. Ha preso il suo cellulare dalla tasca e l’ha consegnato ai due rapinatori. A quel punto, i due sono scappati col bottino. L’adolescente è invece tornato a casa e, ancora scosso, ha raccontato ai genitori la brutta avventura che gli era appena capitata. È quindi andato in caserma a sporgere denuncia. Sono così scattate le indagini dei carabinieri, per tentare di risalire ai due autori della rapina.

Secondo il racconto della vittima, ad agire sarebbero stati due giovani di origini nordafricane Per le indagini, potrebbero essere utili le immagini delle telecamere di videosorveglianza della zona. Già qualche mese fa, nel sottopasso ferroviario erano avvenute diverse rapine, sempre ai danni di persone che camminavano da sole. Dopo l’ultimo episodio, torna al centro dell’attenzione il problema della sicurezza nella zona.


© RIPRODUZIONE RISERVATA