Ats Brianza, attivi i centri per il controllo dei funghi raccolti e commestibili
MONZA CIRCOLO MICOLOGICO MOSTRA FUNGHI PARCO (Foto by Radaelli Fabrizio)

Ats Brianza, attivi i centri per il controllo dei funghi raccolti e commestibili

Mai fidarsi delle apparenze e cucinare funghi senza conoscere le loro reali caratteristiche. l’Ats della Brianza, come ogni anno, mette a disposizione il Centro per il controllo dei funghi eduli, un servizio gratuito e su prenotazione nel quale i micologi sono a disposizione per dare un riscontro in merito alla commestibilità dei funghi e fornire importanti consigli. Ecco dove.

L’autunno è la stagione dei funghi, ma la loro bellezza è spesso ingannevole. Mai fidarsi delle apparenze e cucinare funghi senza conoscere le loro reali caratteristiche. Le conseguenze possono essere molto gravi. Per prevenire queste situazioni l’Ats della Brianza, come ogni anno, mette a disposizione il Centro per il controllo dei funghi eduli, un servizio gratuito e su prenotazione nel quale i micologi sono a disposizione per dare un riscontro in merito alla commestibilità dei funghi e fornire importanti consigli.

Al Centro (dislocato in più sedi) possono rivolgersi tutti i cittadini che, abitualmente oppure occasionalmente, raccolgono e vogliono consumare funghi selvatici in tutta sicurezza. È importante sottoporre al controllo degli esperti l’intera partita di funghi raccolti per evitare possibili scambi da parte del raccoglitore tra funghi eduli, funghi tossici e velenosi che spesso, almeno in apparenza, sono simili.

È preferibile, inoltre, nei limiti delle conoscenze dei raccoglitori, presentare i funghi raccolti già suddivisi per specie. Le intossicazioni da funghi esordiscono quasi sempre con manifestazioni gastroenteriche ma alcuni funghi conducono a patologie più o meno gravi e potenzialmente letali se procurano danni a organi come fegato e reni.

La gravità dell’avvelenamento dipende dalla quantità e dalla specie di fungo ingerita. I sintomi sono diversi per specie fungine consumate e compaiono se, a breve latenza, tra i 30 minuti e le 6 ore dall’ingestione. Vi sono, però, sintomi più gravi, a lunga latenza, che possono comparire dopo 6-20 ore dall’ingestione. In presenza di sintomi che possono variare dal vomito alla sudorazione, ai disturbi gastrointestinali fino all’insufficienza renale e alle allucinazioni, occorre recarsi immediatamente in Pronto soccorso e mai affidarsi a terapie autonome.

Per il controllo gratuito dei funghi raccolti dai cittadini, è necessario fissare un appuntamento contattando telefonicamente le segreterie del Servizio Igiene degli Alimenti e della Nutrizione.

Queste le sedi sul territorio: Ispettorato Micologico di Monza via De Amicis 17 2° piano – tel.039 2384640-4767, Ispettorato Micologico di Desio via Foscolo 24, 3° piano tel. 0362 483240, Ispettorato Micologico di Usmate Velate c/o Centro Polivalente via Roma, 85 3°piano – tel. 039 6288028-29, Ispettorato Micologico di Bellano via Papa Giovanni XXIII – tel. 0341 822128, Ispettorato Micologico di Oggiono via I maggio – tel. 0341 482850.


© RIPRODUZIONE RISERVATA