“A scuola di legalità” con Brianza SiCura: tre lezioni su ludopatia, mafie in Brianza e usura
Serata sulle ludopatie con Brianza SiCura

“A scuola di legalità” con Brianza SiCura: tre lezioni su ludopatia, mafie in Brianza e usura

Saranno tre le lezioni su ludopatia, mafie in Brianza e usura promosse nei prossimi giorni da Brianza SiCura all’interno della rassegna “A scuola di legalità”.

Parte venerdì 16 aprile “A scuola di legalità”, ciclo di tre lezioni online curato dall’associazione Brianza SiCura nell’ambito del progetto finanziato da Regione Lombardia «Diritti in Circolo». Dalle 15 alle 17, tre incontri su ludopatia, mafie in Brianza e usura.

Il primo appuntamento è dedicato ad Azzardo & Ludopatia, con Filippo Torrigiani (consulente Commissione parlamentare antimafia) che traccerà i legami tra mafie e azzardo, Giovanni Galimberti, direttore del servizio Dipendenze Asst di Monza, che relazionerà su «Dall’azzardo alla ludopatia: un problema sociale», mentre Sabrina Molinaro, ricercatrice Cnr all’Istituto fisiologia clinica di Pisa, affronterà «Il gioco al tempo del Covid e le dipendenze giovanili».

Le due successive lezioni si terranno il 5 e il 12 maggio. Il primo incontro è sulle mafie in Brianza: parlano Roberto Beretta, giornalista e presidente di Brianza SiCura, che disegnerà una panoramica storica sulla criminalità organizzata nel nostro territorio, mentre Lucrezia Ricchiuti, già senatrice e componente della Commissione parlamentare Antimafia, presenterà «Il metodo mafioso, l’economia e la politica in Lombardia».

Ultimo appuntamento sarà sull’usura con l’avvocato Annamaria Appiani («Cosa fare per difendersi secondo la legge»), Luciano Gualzetti presidente della Fondazione San Bernardino di Milano («L’usura in Lombardia: fotografia di un fenomeno»), Maria José Fava di Libera Piemonte («Il ruolo delle mafie nell’usura. Un’esperienza per contrastarle») e il commercialista Stefano Della Bella («Lo Sportello Sovraindebitamento del Comune di Lecco: una possibile soluzione per crisi microaziendali e familiari»).

Per partecipare basta iscriversi all’indirizzo https://tinyurl.com/4sanewb7 scegliendo le lezioni di proprio interesse. Si riceverà direttamente sulla propria mail il link dedicato per collegarsi agli incontri.


© RIPRODUZIONE RISERVATA