A Muggiò i carabinieri inseguono e arrestano uno straniero espulso e poi rientrato in Italia
L’arresto è stato eseguito dai carabinieri

A Muggiò i carabinieri inseguono e arrestano uno straniero espulso e poi rientrato in Italia

I carabinieri della sezione Radiomobile di Desio hanno arrestato un cittadino marocchino di 29 anni per resistenza a pubblico ufficiale. All’una di notte circa, a Muggió, durante un servizio di controllo del territorio, i militari hanno inseguito e fermato uno straniero che è risultato poi colpito da un decreto di espulsione.

I carabinieri della sezione Radiomobile di Desio hanno arrestato un cittadino marocchino di 29 anni per resistenza a pubblico ufficiale. All’una di notte circa, a Muggió, nella notte tra venerdì e sabato durante un servizio di controllo del territorio i militari notano un gruppo di soggetti intenti a consumare bevande alcoliche all’esterno di un esercizio pubblico e decidono di approfondire il controllo. Alla richiesta dei documenti, uno di questi, spinge uno dei militari dandosi alla fuga a piedi. Prontamente inseguito, è poi caduto a terra frantumando nella caduta una bottiglia di birra che teneva in mano. Raggiunto dai militari, l’uomo, nonostante fosse sanguinante per via dei cocci della bottiglia conficatisi nella mano, ha continuato ad opporre resistenza scalciando nei confronti degli operanti i quali sono riusciti comunque a bloccarlo definitivamente. Solo all’atto della sua completa identificazione sono apparse chiare le ragioni della fuga. Lo straniero infatti era già stato arrestato a metà giugno scorso per aver fosse tornato nuovamente in Italia nonostante un decreto di espulsione. Condotto davanti al giudice, all’uomo è stata applicata la misura cautelare della custodia in carcere.


© RIPRODUZIONE RISERVATA