Concorezzo, un maniaco in piscinaTocca tre donne e cerca di scappare

Deve rispondere di violenza sessuale un uomo che ha messo le mani addosso a tre donne all’interno dell’impianto acquatico Acquaworld di Concorezzo, cercando poi di scappare dopo l’allarme dato dalle vittime. È stato fermato e arrestato dai carabinieri di Brugherio.

È stato un attimo: prima una donna, poi una ragazza di Monza, quindi una terza. Ha cercato di mettere le mani addosso a tutte e tre, riuscendoci. Ma non aveva fatto i conti con la loro reazione e, soprattutto, con l’intervento del personale dell’impianto Acquaworld di Concorezzo, che ha chiamato i carabinieri e lo hanno arrestato.

Lui è un uomo nato nel 1965 a Torino e di fatto domiciliato a Cesano Boscone, in provincia di Milano, ingegnere, disoccupato e con precedenti analoghi. Sabato 24 agosto, verso le 19.30, si trovava nel parco acquatico di Concorezzo, in via La Pira e ha palpeggiato tre donne che si trovavano in Brianza per godersi un po’ di spiaggia, anche se artificiale. Non erano false invece le aggressioni dell’uomo, che è stato bloccato mentre cercava di scappare a piedi dai carabinieri di Brugherio. Le vittime del maniaco sono una donna nata nel 1975 e residente a Lecco, una monzese del 1995 e una bergamasca del 1969.

Il torinese è stato messo agli arresti domiciliari in attesa del processo al tribunale di Monza.