Teatro, “Il popolo dell’acqua” di Brianzacque parte in tournée: applausi all’anteprima di Monza
Brianzacque spettacolo Il Popolo dell'Acqua

Teatro, “Il popolo dell’acqua” di Brianzacque parte in tournée: applausi all’anteprima di Monza

Applausi al teatro Villoresi di Monza per l’anteprima dello spettacolo “Il popolo dell’acqua”, prodotto e finanziato da Brianzacque. Lunedì sera debutto a Milano.

Applausi al teatro Villoresi di Monza per l’anteprima dello spettacolo “Il popolo dell’acqua”, prodotto e finanziato da Brianzacque. L’opera, creata ad hoc per la monoutility e liberamente tratta da un classico di Ibsen, va in scena con la regia di Massimo Donati e l’interpretazione della compagnia dei Teatri Reagenti con gli attori Claudia Facchini, Eva Martucci, Giacomo Rosselli, Fabrizio Careddu. E lunedì sera debutta a Milano al teatro Leonardo di via Ampère, prima di partire in tournée.

LEGGI Il teatro al depuratore di San Rocco porta in scena il tema della gestione dell’acqua pubblica

Brianzacque spettacolo Il Popolo dell'Acqua

Brianzacque spettacolo Il Popolo dell'Acqua

Una conferma dopo la presentazione riservata ai dipendenti che lo scorso giugno avevano assistito allo spettacolo nello scenario del depuratore. Anche l’anteprima sarebbe stata in programma a San Rocco, ma le previsioni meteo hanno suggerito di cercare un palcoscenico al coperto.

L’occasione è stata il cartellone della diciannovesima edizione di Ville Aperte in Brianza, promossa dalla Provincia di Monza e Brianza e di cui , BrianzAcque è main sponsor.

Ha commentato il Presidente e Ad di BrianzAcque, Enrico Boerci: “Una rappresentazione che è un momento di svago, ma anche di stimolo e di approfondimento per riflettere sul tema attualissimo dell’acqua pubblica e della necessità di una sua gestione corretta, sostenibile e consapevole. Il teatro è solo una delle forme artistiche scelte da BrianzAcque per contribuire a creare una nuova cultura dell’acqua, basata sul rispetto e sulla tutela di questo bene che noi gestiamo industrialmente e del quale abbiamo una grande responsabilità. Come azienda pubblica, il nostro business sta nel garantire un’ acqua di qualità e la soddisfazione dei cittadini” .

Massimo Donati, autore e regista ha spiegato: “Uno spettacolo con battute e momenti buffi, con tanti riferimenti al cinema muto. Volevamo realizzare un’opera popolare e che, allo stesso tempo, ponesse domande sui temi della gestione dell’acqua pubblica e della dittatura della maggioranza. Uno spettacolo adatto ai luoghi della cultura e alle realtà informali”.

Lo spettacolo è figlio del progetto Acquainsieme, varato in collaborazione con le Acli di Milano e Brianza, e ha avuto una gestazione lunga con lo stop imposto dalla pandemia, ma durante il quale non si è mai veramente fermato lavorando alla preparazione, sempre nelle modalità consentite, fino ad arrivare alle rappresentazioni di Monza e di Milano.


© RIPRODUZIONE RISERVATA