Rassegna delle compagnie teatrali monzesi: Tam Tam sul palco di Triante
Sil alza il sipario sper le compagnie di Monza (Foto by Fabrizio Radaelli)

Rassegna delle compagnie teatrali monzesi: Tam Tam sul palco di Triante

È il “Malato immaginario” di Tam Tam ad aprire la rassegna delle compagnie teatrali monzesi: sabato 11 febbraio lo spettacolo alle 21 al teatro Triante.

Passione allo stato puro, con undici spettacoli in scena, in tre teatri della città e una schiera di registi, attori e sceneggiatori pronta a dar vita a un cartellone intenso. Tutto è ormai pronto per la rassegna delle Compagnie teatrali monzesi, giunta alla sua ventiquattresima edizione. Un appuntamento che riunisce le realtà amatoriali del territorio, forte di una molteplicità di anime teatrali, fatta di formazioni storiche e nuove generazioni, ma anche di compagnie impegnate nell’ambito sociale.

«Diverse realtà che però sono un unicum nella volontà di valorizzarsi - spiega Francesca Montanari, Comitato organizzatore -. In questi ultimi anni abbiamo puntato molto sui giovani e sulla comunicazione. La nostra pagina facebook racchiude tutte le compagnie, per un aiuto reciproco. Anche la volontà di toccare diversi teatri fa parte del desiderio di condividere sempre di più il nostro impegno». Da febbraio a giugno, infatti, le compagnie della città andranno in scena tra Binario 7, Teatro Villoresi e Teatro Triante, a partire da sabato 11 febbraio.

Il calendario


Ad attendere il pubblico ci saranno commedie brillanti, testi che hanno fatto la storia del teatro, spettacoli impegnati, rappresentazioni dialettali e musical. Insomma, un cartellone che propone spettacoli da condividere, da vivere. Che siano amatoriali, poco importa. I protagonisti, dopo ore e ore di prove, digeriscono un po’ a fatica questa attribuzione, pur sempre fieri di non essere attori nella vita, ma di dedicare al teatro una lunga parte della propria quotidianità.

Il primo appuntamento della stagione sarà con “Il malato immaginario” della compagnia Tam Tam, sabato 11, alle 21, al teatro Triante. Un grande classico con la regia di Gianni Morabito . «Da anni avevo in mente questo testo - spiega il regista che vestirà proprio i panni dell’ipocondriaco Argante - ma Molière non è semplice, con la sua ironia, la sua presa in giro dei soloni dell’epoca». Dodici gli attori in palcoscenico, per una compagnia fatta di molti 40enni. «Non amo fare la regia e interpretare - rimarca Morabito, - ma qui mi aiutano davvero tutti, dell’aiuto regia agli scenografi».

Il testo ha richiesto un lavoro lungo, nella massima fedeltà all’autore. «Ho dovuto scegliere tra diverse traduzioni, a giugno 2016 abbiamo fatto la prima lettura, poi le prove, una volta alla settimana nella nostra sede di via Bucchioni». Sono pronti ad andare in scena anche Parafrisando, Il volto e la maschera, Impara l’arte, Artivori, Cooperativa Lambro, Amici del teatro, Noveperuno, Libertamente, Dietro le quarte e Legati ad Arte. Un impegno al massimo per mantenere le aspettative di una rassegna in crescendo. Ingresso per ogni spettacolo dieci euro. Info pagina Facebook delle Compagnie o compagnieteatralimonzesi@gmail.com.

Lo spettacolo


© RIPRODUZIONE RISERVATA