Pallavolo, è morto Miguel Angel Falasca, coach della Saugella Monza: aveva 46 anni
Miguel Angel Falasca, coach Saugella Monza

Pallavolo, è morto Miguel Angel Falasca, coach della Saugella Monza: aveva 46 anni

Lutto nella pallavolo: nella mattina di sabato 22 giugno è morto Miguel Angel Falasca, coach della Saugella Monza con cui ha vinto la Challenge Cup. Aveva 46 anni. Ne dà notizia il Consorzio Vero Volley.

Lutto nella pallavolo: nella mattina di sabato 22 giugno è morto Miguel Angel Falasca, coach della Saugella Monza. Aveva 46 anni. Ne dà notizia il Consorzio Vero Volley. Dopo due stagioni alla guida del Vero Volley in Superlega maschile, era passato per la prima volta sulla panchina femminile: con le ragazze il 27 marzo ha vinto la Challenge Cup, primo storico trofeo europeo della società, e ha raggiunto la semifinale playoff. Si trovava a Varese con la famiglia, l’allarme ai soccorsi è partito all’alba.

LEGGI Pallavolo, mercoledì a Monza l’ultimo saluto a Miguel Angel Falasca: «Portate i vostri ricordi»

“È con estremo e assoluto dolore che il Consorzio Vero Volley e il suo Presidente annunciano l’improvvisa scomparsa di Miguel Angel Falasca - scrive il Consorzio - Miguel Angel Falasca Fernandez, allenatore del Saugella Team Monza, è mancato nella mattinata di oggi per un arresto cardiaco. Non esistono delle parole adatte a un momento come questo, si possono solo esprimere il dolore di Alessandra Marzari, presidente del Consorzio Vero Volley, di tutti i tesserati e collaboratori e la nostra vicinanza alla sua famiglia, certi che sarà un cordoglio cui si unirà tutto il mondo della pallavolo”.

Al dolore della società si unisce il cordoglio della Federazione italiana pallavolo con un messaggio del presidente Pietro Bruno Cattaneo, del Consiglio federale, del segretario generale Alberto Rabiti e di tutta la Pallavolo italiana: “Da parte della Federazione Italiana Pallavolo giungano alla famiglia di Falasca e al Consorzio Vero Volley Monza le più sentite condoglianze”.

Falasca, argentino naturalizzato spagnolo, nel 2007 era stato il palleggiatore della Spagna di Andrea Anastasi che si era laureata campione d’Europa.

«È la peggiore notizia che potessimo ricevere - ha commentato Agustin Martin Santos, presidente della Real federacion spagnola - La pallavolo spagnola sarà sempre in debito con lui, è una persona che ha dato tutto per il nostro sport. È uno dei giocatori emblematici della nostra storia, indispensabile nella vittoria all’Europeo , un punto di riferimento per le generazioni future».

(* notizia aggiornata)


© RIPRODUZIONE RISERVATA