Calcio, “Vivo in Brianza e tifo Monza”: la campagna abbonamenti per conquistare la provincia
Monza Abbonamento calcio Monza (Foto by Fabrizio Radaelli)

Calcio, “Vivo in Brianza e tifo Monza”: la campagna abbonamenti per conquistare la provincia

Una campagna abbonamenti territoriale aggressiva per conquistare la Brianza: il Calcio Monza mette nel mirino il milione di abitanti della Provincia per costruire un bacino d’utenza da Serie A. Nel periodo di prelazione ha rinnovato un abbonato su due.

Il Calcio Monza mette nel mirino il milione di abitanti della Brianza per costruire un bacino d’utenza da Serie A. L’ha detto senza troppi giri di parole il patron Silvio Berlusconi nel corso della presentazione dell’accordo con il fashion partner Philipp Plein e lo dice con ambizione anche la strategia di marketing scelta per lanciare la nuova campagna abbonamenti.

LEGGI Calcio, la campagna abbonamenti del Monza: costi e modalità

Monza Abbonamento calcio Monza

Monza Abbonamento calcio Monza
(Foto by Fabrizio Radaelli)

Abbonamenti. La Brianza, almeno quella monzese per ora, è stata tappezzata di manifesti biancorossi “Vivo in Brianza e tifo Monza” declinati poi a seconda della città. E così anche Arcore, Brugherio, Concorezzo, Lissone, Muggiò, Vimercate e Villasanta sono diventate biancorosse, oltre ovviamente al capoluogo che vede cartelloni sparsi sia per il centro che per la zona dello stadio. E poi ci sono gli allestimenti dei pullman del trasporto pubblico in circolo in tutta la Brianza fino ad ottobre. Insomma una campagna territoriale aggressiva, non solo per la città di Monza ma per tutto il territorio circostante, laddove gli appassionati di calcio meritano di avere un punto di riferimento calcistico lontano dalle realtà di Milano e Bergamo.

Nei primi giorni di sottoscrizione, quelli destinati alla prelazione degli abbonati della scorsa stagione che scadeva sabato, sono stati staccati 302 tagliandi, in pratica un abbonato su due degli aventi diritto ha confermato il proprio posto allo stadio. In tutto l’anno scorso erano stati poco più di mille gli abbonamenti sottoscritti, quest’anno si punta a fare altrettanto, ma è evidente che una squadra molto competitiva con l’ambizione dichiarata di vincere il campionato farà da traino molto più che qualsiasi operazione di marketing possa mai venire in mente agli uomini del Monza.

Rosa e girone. Per il momento le aggiunte in rosa sono di altissimo livello, tutte da categoria superiore, alcuni anche da due gradini più in alto, come nel caso dell’ultimo arrivato Nicola Rigoni dal Chievo. Con lui Bellusci dal Palermo, Sampirisi dal Crotone, Lamanna dallo Spezia, Anastasio dal Napoli, Finotto dalla Spal, tutti calciatori con grande esperienza in Serie B e Serie A, firmati con contratti lunghi, per un Monza chiamato a dare l’assalto al girone A composto anche da Albinoleffe, Alessandria, Arezzo, Carrarese, Como, Giana Erminio, Gozzano, Juventus U23, Lecco, Novara, Olbia, Pergolettese, Pianese, Pistoiese, Pontedera, Pro Patria, Pro Vercelli, Renate e Robur Siena. Le più temibili sono le toscane Carrarese e Siena, ma anche Alessandria, Novara e Pro Vercelli (seppur con progetti giovani) cercheranno di ostacolare la corsa biancorossa.

Coppa Italia. In Coppa Italia invece si comincia il 4 agosto al Brianteo con l’Alessandria e, in caso di passaggio del turno, l’11 con il Benevento. Il lato del tabellone è quello della Fiorentina e raggiungerla al terzo turno preliminare sarebbe il primo obbiettivo di una stagione lunga e appassionante come quella che si preannuncia ai tifosi monzesi e brianzoli.


© RIPRODUZIONE RISERVATA