GBP/JPY rimbalza dopo il crollo verso 164,50 in vista dei dati giapponesi sull’occupazione

GBP/JPY estenderà le perdite se il cross scenderà al di sotto di 164,50.
Amamiya della Banca del Giappone ha sottolineato il proseguimento della politica di allentamento per stimolare il tasso di crescita.
I dati sull’occupazione in Giappone dovrebbero essere positivi, mentre i dati sulla disoccupazione potrebbero scendere al 2,5%.

La coppia GBP/JPY ha registrato un guadagno di oltre l’1% dopo aver toccato un nuovo massimo settimanale mercoledì scorso a 166,33. La disponibilità offerta, pur testando il massimo della scorsa settimana, indica che i tori della sterlina hanno bisogno di più slancio per formare livelli più elevati. Un forte ribasso ha provocato i tori dello yen e l’asset è stato riportato su una traiettoria discendente.

Il cross ha messo a segno un rimbalzo dopo essere precipitato vicino a 164,50. Tuttavia, il ribasso è giustificato perché gli investitori capitalizzeranno la debolezza della resistenza per iniziare nuovi short.

Sembra che il commento del vicegovernatore della BOJ abbia frenato lo yen nonostante sia favorevole al proseguimento della politica monetaria. Il governatore della Banca del Giappone ha sottolineato che il tasso di inflazione superiore al 2% è a breve termine e che la BOJ mira a mantenere la pressione sui prezzi al di sopra del 2%. Inoltre, una politica monetaria facile guiderà il rialzo giornaliero obbligatorio dei tassi per mantenere il tasso di inflazione al di sopra del livello desiderato.

Questa settimana saranno importanti i dati sull’occupazione dell’Ufficio statistico giapponese. Il tasso di disoccupazione potrebbe essere ridotto al 2,5% rispetto al precedente 2,6%. Inoltre, si prevede che il rapporto tra richiedenti e posti di lavoro salga a 1,25 rispetto al dato precedente di 1,24.

L’aumento del tasso di inflazione reale influisce sulla busta paga delle famiglie nel Regno Unito. Il tasso d’inflazione dell’anno è balzato al 9,4$ e, per mettere sotto pressione i prezzi, la BOJ annuncerà un ulteriore aumento dei tassi.