Dopo l’annullamento di un accordo SPAC, l’amministratore delegato di PrimeBlock ha lasciato la società

Due persone a conoscenza della situazione affermano che l’amministratore delegato del minerario di criptovalute PrimeBlock, che ha abbandonato i piani di fusione con VCXA e di quotazione in borsa, ha lasciato la società.

Secondo il suo profilo LinkedIn, il CEO Gaurav Budhrani, ora in pensione, ha lavorato presso PrimeBlock per circa un anno. È entrato in Goldman Sachs (GS), dove ha lavorato per più di dieci anni come vicepresidente che ha contribuito a guidare l’investment banking per le criptovalute.

Budhrani e l’azienda non sono stati raggiungibili per un commento sul cambiamento.

Le cause del congedo e la sua destinazione sono entrambe sconosciute. Tuttavia, l’azione segue la cessazione della partnership della società mineraria con VCXA, una società che si occupa di acquisizioni, avvenuta questo mese (SPAC). L’accordo è stato reso pubblico ad aprile.

Ti piacciono le crypto e vuoi cominciare a fare trading? Sulla piattaforma di eToro puoi scambiare oltre 60 diverse criptovalute!

La fusione è stata interrotta senza alcuna spiegazione da parte di PrimeBlock. Tuttavia, l’industria delle criptovalute, in generale, è stata sottoposta a stress a causa del calo dei prezzi, che ha danneggiato il mining e ridotto la redditività, tra gli altri fattori. Allo stesso modo, un altro miner, Griffin Digital Mining, ha posto fine al suo accordo di acquisizione con SPAC, adducendo come causa principale le condizioni economiche.

Negli ultimi anni, gli accordi SPAC sono stati un modo popolare per le imprese di criptovalute di raggiungere i mercati azionari pubblici, ma il loro fascino è diminuito sulla scia del crollo dei mercati degli asset virtuali.