Crypto.com ha inviato inavvertitamente 7 milioni di dollari a un cliente – intentata causa sette mesi dopo per recuperarli

Il 20 maggio 2021, la Corte Suprema australiana di Victoria ha emesso una sentenza di inadempienza in una questione in cui Crypto.com ha inavvertitamente trasferito oltre 10,47 milioni di dollari australiani nel portafoglio di un cliente.

Secondo i documenti del tribunale, i querelanti avrebbero riconosciuto questo importante errore solo alla fine di dicembre 2021, quasi sette mesi dopo.

Al termine di un controllo nel dicembre 2001, Crypto.com ha scoperto l’errore, ha avviato una causa contro il cliente e le entità collegate per recuperare le somme trasferite.

Ti piacciono le crypto e vuoi cominciare a fare trading? Sulla piattaforma di eToro puoi scambiare oltre 60 diverse criptovalute!

Secondo il verdetto, Manviel ha trasferito 10.100.000 dollari australiani su un conto condiviso con un altro accusato nel maggio 2021 dopo aver ottenuto 10,47 milioni di dollari australiani da Crypto.com. Ha inviato 430.000 dollari australiani dal conto condiviso a sua figlia, Raveena Vijian, il 31 gennaio.

Secondo quanto riferito, Manviel ha utilizzato il denaro fornitole per acquistare una residenza da 1,35 milioni di dollari a Melbourne e ha passato il titolo di proprietà a Thilagavathy Gangadory, un altro sospettato. La sorella di Manivel, Gangadory, che vive in Malesia, è diventata la proprietaria legale della casa il 21 febbraio di quest’anno.

A marzo, Crypto.com ha tentato, senza riuscirci, di bloccare i portafogli finanziari di Gangadory. La sentenza di inadempimento emessa venerdì ha imposto a Gangadory di rimborsare all’azienda di criptovalute 1,35 milioni di dollari, di vendere il terreno e di pagare gli interessi dal 1° marzo alla data della sentenza.