Eicma si rinnova e cambia nome e logo

A poco meno di tre mesi dall’apertura la fiera dedicata al ciclo e motociclo cambia nome e logo: quella in programma dal 23 al 28 novembre sarà l’Esposizione internazionale delle due ruote.
Eicma rebranding
Eicma rebranding Chiara Pederzoli

Novità per Eicma a poco meno di tre mesi dall’apertura: la fiera dedicata al ciclo e motociclo cambia nome e logo. Quella in programma dal 23 al 28 novembre è l’edizione numero 78 e in scena andrà l’Esposizione internazionale delle due ruote.

Nel nuovo brand “rimane il rosso – spiega una nota – che rappresenta la centralità della passione per il settore, ed esce dall’interno del simbolo il logotipo Eicma, che diventa protagonista assoluto al suo esterno. Vengono inoltre reinterpretati gli elementi visivi che lo compongono: il cerchio e la forcella. Il primo è immagine della ruota, ma anche del mondo attraverso cui viaggiare, mentre la forcella, che lo contiene e lo controlla, è il tributo alla filiera e all’intera industria, alle componenti, le parti e gli accessori, che diventa anche un’ala che conferisce al logo nuova leggerezza e dinamismo”.

“Un cambio di passo deciso – ha spiegato Paolo Magri, amministratore delegato di Eicma S.p.A. – frutto della volontà di vedere nelle difficoltà degli scorsi mesi e nello stop forzato dell’anno passato un’opportunità per innovare nel rispetto dalla tradizione, un’occasione per investire ancora su noi stessi, sul nostro posizionamento e anche sulla nostra identità visiva”.

Il progetto è stato curato da Lorenzo Marini, direttore creativo dell’agenzia Yes Marini di Milano: “L’essere contemporanei significa creare un rapporto sempre nuovo con il pubblico e il consumatore. E ogni rapporto passa attraverso il linguaggio. E il linguaggio passa anche attraverso la brand identity”.

Infine Paolo Biffi, amministratore delegato dell’agenzia pubblicitaria, ha rimarcato “la soddisfazione di tutto il team di aver contribuito al rinnovamento dell’immagine di un appuntamento così importante per l’industria della mobilità e la comunità di utenti e appassionati, soprattutto alla vigilia di un’edizione che si annuncia così carica di significato e rilevanza”.