Calcio, Vieri contro il Monza sulla BoboTv: «Lo scorso anno acquisti sbagliati, Antonelli disastro». Brocchi: «Io tradito da una persona negativa»
Christian Brocchi

Calcio, Vieri contro il Monza sulla BoboTv: «Lo scorso anno acquisti sbagliati, Antonelli disastro». Brocchi: «Io tradito da una persona negativa»

Bordate contro il Monza di Berlusconi e Galliani sulla BoboTv: Christian Vieri ha bollato la campagna acquisti dello scorso anno come «disastrosa» mentre l’ex tecnico Brocchi se l’è presa contro una persona a lui vicina che «mi ha tradito».

Si torna a parlare di Monza sulla BoboTv, il ritrovo online di ex calciatori patrocinato da Christian Vieri. E come sempre, in pieno stile bomberone, i discorsi sono senza restrizioni e senza peli sulla lingua. L’ex attaccante della Nazionale e dell’Inter è stato spesso presente sugli spalti dell’U-Power Stadium per assistere alle gare dei biancorossi allenati dal suo amico Cristian Brocchi, ospite proprio dell’ultima puntata nel corso della quale si è parlato della scorsa stagione, o meglio delle scorse stagioni. Le rivelazioni più clamorose riguardano i rapporti dell’ex tecnico con parte della dirigenza: per Berlusconi e Galliani solo parole al miele, ma Brocchi ha aggiunto: «C’era una persona di cui mi fidavo e ho sbagliato a farlo. Tutti mi dicevano di stare attento a questo elemento, ma credevo in lui e dicevo che fosse una brava persona. Per un periodo di tempo ci ho creduto veramente, a un certo punto ho capito di dover dar ragione allo scetticismo mostratomi dagli altri. I giocatori che ho allenato sono stati fantastici, Galliani mi ha aiutato, il presidente Berlusconi ha una grande passione: l’unica problematica che ho avuto riguarda proprio costui che avevo al mio fianco, che ritenevo potesse essere giusto per me e al quale ho dato affetto e professionalità. In realtà non era la persona che credevo».

Si parla anche dei rapporti con la tifoseria: «Ancora oggi sui social qualcuno scrive #Brocchiout, c’è da ridere. I ragazzi della curva sono sempre stati fantastici, hanno aiutato me e la squadra. A Monza sono stato benissimo, ho creato un qualcosa di importante insieme al mio staff e alla società. Sono arrivato con un certo tipo di struttura, chi c’è adesso ha trovato qualcosa di diverso. È stato fatto un ottimo lavoro, il doppio salto dalla C alla A non è mai facile. Vado via con un ricordo bellissimo, mi sono trovato bene anche se una parte dei tifosi mi è sempre stata contro per questi luoghi comuni, ma non mi interessa».

Rincara la dose proprio Bobone: «Poche storie, il Monza l’anno scorso non mi è piaciuto. Quando ha vinto il campionato di C, ho detto a Cristian che avrebbero dovuto prendere solo tre giocatori, gli attaccanti. Il direttore (Filippo Antonelli, nda) è stato un disastro, sono arrivati degli attaccanti che non andavano presi. Lo stesso Galliani non ha fatto un buon lavoro. Non sono saliti in Serie A perché mancavano gli attaccanti. Il Monza ha speso milioni e milioni di euro, ma sono stati buttati via. Bisognava prendere calciatori che fanno vincere il campionato in Serie B, non serve essere ingegneri, sono 4-5 nomi che fanno la differenza. Gli investimenti sono stati fatti senza logica, ma le colpe vanno solo all’allenatore».


© RIPRODUZIONE RISERVATA