Tokyo 2020: Filippo Tortu è partito per il Giappone e le Olimpiadi, la lunga attesa in un documentario tv
Atletica Filippo Tortu partenza per Tokyo

Tokyo 2020: Filippo Tortu è partito per il Giappone e le Olimpiadi, la lunga attesa in un documentario tv

Una foto all’aeroporto per dire “Destinazione Tokyo 2020”. Filippo Tortu è partito con il papà-allenatore Salvino, in gara sui 100 metri il 31 luglio. Intanto è in tv con un documentario su “L’anno più lungo”.

Destinazione Tokyo 2020. La didascalia è chiara, la fotografia all’aeroporto ancora di più: Filippo Tortu è partito per le Olimpiadi, con lui il papà allenatore Salvino. I Giochi si aprono il 23 lugio, il velocista di Carate Brianza sarà impegnato nelle batterie dei 100 metri dal 31 luglio. La finale è domenica 1 agosto alle 14.50 ora italiana.

Le gare si svolgeranno infatti tutte tra la notte italiana e il primi pomeriggio (la sera in Giappone).

In attesa della pista Tortu è protagonista con le Farfalle della ritmica, Filippo Ganna e Simona Quadarella (atleti Fastweb) del documentario “L’anno più lungo” su Discovery+ sul lungo - appunto - avvicinamento a Tokyo 2020, nel 2021 dopo il rinvio a causa della pandemia.

“Uno stop forzato, più di un anno di pandemia che ha rimandato e allontanato il raggiungimento dei sogni di una vita. Ma ora ci siamo, il momento che abbiamo tanto aspettato è arrivato”, dicono gli atleti.


© RIPRODUZIONE RISERVATA