Serie B, Monza-Cosenza LIVE:  Gytkjaer allo scadere, è 4-1 per i biancorossi
Dany Mota Carvalho, autore di una doppietta anche con il Cosenza, dopo quella con il Como

Serie B, Monza-Cosenza LIVE: Gytkjaer allo scadere, è 4-1 per i biancorossi

Di fronte al grande ex Zaffaroni, Stroppa con tante assenze ma tanta capacità di far male: bastano 11 minuti a Colpani per sbloccare il risultato di testa, due minuti dopo gran giocata di Mota con sinistro che tocca la traversa ed entra. Al 22’ il tris, con il portoghese che si porta a spasso la palla per metà campo e deposita di destro. Nella ripresa, Carraro accorcia, poi l’ultima palla della gara è del danese, che arrotonda il punteggio

Ripresa a ritmi più bassi, con il Monza forte del 3-0 al cambio campo e nessun interesse ad alzare il ritmo. Carraro accorcia a metà del secondo tempo con Carraro, bravo a metterci la punta su una punizione laterale. Piccolo brivido per Di Gregorio nel finale, con intervento ancora su palla da fermo, poi all’ultimo respiro Gytkjaer raccoglie direttamente dal rinvio di Di Gregorio, sterza e scarica in porta.

45’ST+3- Non si riprende neanche a giocare. Triplice fiscio e Monza che chiude 4-1

45’st+3- GOL DEL MONZA! Gytkaer raccoglie un lancio lungo di Di Gregorioal limite dell’area, controlla, rientra e scarica di destro, piegando le mani di Vigorito

45’st+2- Ci prova ancora il Cosenza, passando spesso e volentieri dalla velocità di Anderson. Poi Gerbo per Vallocchia, Machin si rifugia in corner, poi grande occasione Cosenza con la palla che scorre davanti a Di Gregorio, bravo a volare parallelo alla linea di porta e a respingere

45’st+1- Iniziato il primo dei tre minuti di recupero

45’st- Valoti in interdizione ruba palla e innesca il contropiede di Gytkjaer, a tu per tu con Vigorito: il danese non riesce ad approfittarne

43’st- Gytkjaer recupera a metà, lancia Ciurria: ostacolato, cade ma non trova il fischio dell’arbitro. Poi Barberis rilancia Ciurria, ma Venturi lo anticipa

40’st- Machin pesca in area Gytkjaer, abile a trovare la traiettoria giusta, ma la sua girata di testa ha poca forza e grande distanza da percorrere

38’st- Di nuovo copertura per D’Alessandro, che stavolta cede definitivamente ai crampi: dentro Bettella al suo posto

37’st- D’Alessandro ancora in chiusura su Anderson, poi mano al polpaccio per un principio di crampo. Ma a cambiare è Zaffaroni: Boultam per Carraro tra gli ospiti

34’st - Stroppa martella i suoi, soprattutto in questa fase in cui una flessione nell’intensità potrebbe essere considerata fisiologica. Un paio di uscite sbagliate e impostazioni sporche e allora urla per redarguire i difensori. Ora palla di Ciurria per Gytkjaer, che si trova a tu per tu con Vigorito: uscita coraggiosa del portiere ospite e occasione mancata

32’st- Anderson sulla destra d’attacco tenta il cross, D’Alessandro devia ancora. Angolo e Gytkjaer di testa anticipa Venturi, che aveva tentato il tacco al volo

30’st- Fuori il capitano del Cosenza, Palmiero. Dentro Gerbo

28’st - Parte Ciurria con un sinistro tagliato e violento, alzato in corner dal Cosenza

27’st - Venturi stende Gytkjaer che tentava di scappare: cartellino giallo. Palla sempre al Monza, che ora riparte da una punizione da buona posizione, seppur molto laterale

23’st- GOL DEL COSENZA Punizione dalla sinistra e Carraro anticipa Caldirola sul primo palo, ci mette la punta da due passi e riapre il match

21’st- Stroppa regala l’ovazione a Mota, che lascia il posto a Gytkjaer. Stroppa nonostante il 3-0 ha messo in campo tre nuovi attaccanti, per regalare loro minutaggio e feeling con il campo in vista anche dell’impegno di domenica a Brescia

19’st- D’Alessandro è un motorino: ora si abbassa anche per chiudere, angolo per gli ospiti. Ma davvero da sottolineare la prova dell’ex Spal, che già da qualche partita sta davvero vivendo un grande stato di forma

17’st- Ciurria vuole il gol: azione personale e un tocco in più che consente al Cosenza di rimediare, palla a Machin che tenta di nuovo la soluzione dalla distanza. Stavolta però, a differenza del derby, la palla non si abbassa

15’st- D’Alessandro inesauribile a sinistra, altro uno contro uno vinto e palla alta sul secondo palo. Stacca Ciurria, ma l’impatto non è preciso

Il saluto tra Giovanni Stroppa e Marco Zaffaroni a inizio gara

Il saluto tra Giovanni Stroppa e Marco Zaffaroni a inizio gara

12’st- Intanto arrivano i numeri di questo infrasettimanale del martedì: 3450 spettatori, incasso da 29.345 euro. Dentro Anderson per Florenzi e Caso per Millico nel Cosenza. Entra anche Valoti che prende il posto di Colpani, fuori tra gli applausi

9’st- Prima D’Alessandro con una percussione centrale, poi Barberis con il tentativo dalla distanza murato dalla difesa, infine ancora D’Alessandro che con un tacco serve Machin, che tenta di chiudere la triangolazione con un altro tacco. Ma il Cosenza chiude.

Un tempo per Samuele Vignato in Monza- Cosenza

Un tempo per Samuele Vignato in Monza- Cosenza

6’st- Rumorosi anche i supporter ospiti. Ritmo lento in questa fase della gara, con il Monza che non ha alcun interesse a cambiare marcia e il Cosenza che fatica ad imprimere l’accelerazione. Ma ora Florenzi arriva sul secondo palo dopo il cross dall’altra parte di Vallocchia: palla abbondantemente fuori

4’st- Caldirola in ritardo su Carraro: punizione per il Cosenza a neanche 10 metri dall’area

2’st- Non sembra cambiato l’approccio della squadra di Zaffaroni, che attende il Monza. Fllo in ritardo di Millico su Donati, che resta a terra. Ma si gioca per il vantaggio. Azione prolungata del Monza, che si spegne con il cross fuori misura di Colpani dopo buon movimento di gambe

1’st- Sciutum non riprende la gara. Al suo posto Corsi per il Cosenza. Ciurria al posto di Vignato nel Monza

Una sola squadra in campo nei primi tre quarti d’ora di gara. Partita che era partita con il dubbio tocco di mano in area di Pereira, che aveva comunque il braccio vicino al corpo. Per l’arbitro tutto ok e Monza che due minuti dopo ha l’occasione del vantaggio con Donati di testa, solo in area. Il gol arriva all’11 con Colpani, sempre di testa su cross di D’Alessandro. Tempo di festeggiare e Mota serve il bis: sterzata di tacco con il destro, finta e sinistro che accarezza la traversa e finisce in fondo alla rete. Al 22’, ancora Mota che prende palla in faccia, scappa per metà campo, dribbla di destro e rientra con lo stesso piede, che spedisce la palla vicino al palo lontano.

45’pt+1- Due fischi dell’arbitro, squadre negli spogliatoi per il cambio campo.

45’pt- Iniziato il primo e unico minuto di recupero

44’pt- Gioco fermo da un paio di minuti per un contatto patito da Pereira, che come già in precedenza si è spostato dalla propria fascia di competenza con tagli verso il centro. Nell’ultimo dei quali è stato placcato e steso. Ma ora il 13 di Stroppa rientra

42’pt- Reparti ampi e Monza che manovra con i tre dietro per tentare varchi, ma sempre con grande tranquillità, vista l’assenza di pressione ospite. Florenzi ci prova ora dalla destra, D’Alessandro chiude e il Cosenza trova il corner

38’pt- Millico dalla sinistra è un film già visto, in questi primi 40 minuti scarsi. Solo che stavolta l’esterno arriva al tiro e Di Gregorio si deve abbassare per bloccare

37’pt- Giocata di grande qualità di Machin, che va via tra due con tanto di tunnel, si sposta la palla di nuovo di suola e serve in mezzo Colpani. Palla troppo a ridosso del “Flaco”, che deve inarcarsi per controllarla: il tempo che basta al Cosenza per chiudere

36’pt- Con il Cosenza schierato, anche Mota scende sulla linea di Barberis per prendere palla e fare gioco dal basso. Pressing pressoché inesistente degli ospiti, che lasciano ampio margine di manovra e di possesso al Monza

33’pt- Taglio centrale di Pereira, che detta il passaggio sulla linea del fuorigioco, ma Caldirola non lo serve. Gesto di stizza del portoghese, che si era inusualmente affacciato in avanti con taglio centrale

Striscione della curva per Zaffaroni

Striscione della curva per Zaffaroni

30’pt- La fascia è sempre e solo quella: Millico scappa ed entra in area da sinistra, nuova palla in mezzo ma nessuno a tentare il tap in. Il Cosenza riesce a sfondare spesso sulla corsia difensiva di destra del Monza, ma la difesa del Monza gestisce

29’pt- Scitum sulla sinistra, va via a Colpani e mette in mezzo, ma per l’arbitro la palla era uscita di qualche centimetro

28’pt- D’Alessandro di nuovo nell’uno contro uno con Tiritiello e di nuovo D’Alessandro in fuga in fascia: palla in mezzo, velo Mota per Vignato, ma poi i difensori in maglia bianca intervengono. Ma poi riparte il monologo monzese



26’pt- Monza che manovra da dietro e Cosenza nella propria metà in questa fase. D’Alessandro spazia e si accentra, serve Pereira che si esercita in un sombrero, poi palla in mezzo e i calabresi liberano

22’pt- GOL DEL MONZA! Palla in faccia nel rimpallo e ripartenza, corsa per metà campo poi slalom tra due in area e tiro sul secondo di destro. Altra doppietta di Mota Carvalho, dopo quella al Como

19’pt- Primo angolo del Cosenza, conquistato sempre su quella fascia là: il fronte sinistro d’attacco, con deviazione di Pereira. Palla sul secondo palo, poi il Monza chiude con Machin prima e Caldirola poi

15’pt- Qualche protesta del Cosenza in occasione del raddoppio di Mota: l’azione era partita da un contrasto duro di Donati, che aveva tenuto la posizione e contrastato Millico in un deciso uno contro uno, giudicato non falloso. Anche in questi minuti, Millico continua a essere il più pericoloso dei suoi o quantomeno il più intraprendente

13’pt - RADDOPPIO DEL MONZA! Mota Carvalho finalizza al meglio la ripartenza del Monza: sterzata di tacco in area, movimento a rientrare e sinistro che bacia la traversa e finisce nel sacco. Quinto gol stagionale

11’pt- GOL DEL MONZA! D’Alessandro affonda sulla sinistra e mette in mezzo, sul dischetto stacca Colpani che di testa insacca. Azione che era iniziata con Vignato per Machin, controllo di suola e tiro, deviazione e di nuovo suola per ricominciare da dietro. Fino alla palla che aveva lanciato D’Alessandro

8’pt- Parte Colpani, sinistro sulla barriera e palla in angolo. Sul corner, Donati tutto solo in area ha facilità nel colpire di testa: palla schiacciata a terra ma troppo centrale, Vigorito si stende per bloccare

7’pt- Colpani messo giù cinque metri fuori dall’area. Posizione defilata, sulla palla proprio Colpani e Barberis

6’pt- Ancora dalla sinistra, il Cosenza affonda con Scitum, scavetto in mezzo e deviazione del braccio di Pereira. Braccio però attaccato al corpo e l’arbitro non sanziona

3’pt- Millico si affaccia pericolosamente in area, sul fronte sinistro d’attacco, movimento a rientrare e destro lisciato. Il Monza riparte

2’pt- Partenza con grande agonismo per Machin, tornato titolare dopo lo straordinario gol che ha deciso il derby. Fase di interdizione e palla rubata a Tiritiello

1’pt- Partiti. Monza che attacca con la Pieri alle spalle

Cosenza in maglia bianca, Monza con la tradizionale maglia rossa con banda bianca

Serata fredda, quella dello U-Power Stadium. Ma tributo caloroso per il grande ex, Marco Zaffaroni

Le squadre stanno per fare il loro ingresso in campo

Le formazioni
Monza: Di Gregorio, Donati, Marrone, Caldirola, Barberis, Colpani, Machin, Pereira, D’Alessandro, Mota Carvalho, Vignato. A disposizione: Sommariva, Rubbi, Gytkjaer, Valoti, Finotto, Bettella, Siatounis, Antov, Brescianini, Ciurria. All: Stroppa
Cosenza: Vigorito, Tiritiello, Rigione, Venturi, Florenzi, Carraro, Palmiero, Vallocchia, Situm, Gori, Millico. A disposizione: Saracco, Matsevic, Corsi, Panico, Boultam, Caso, Kristoffersen, Anderson, Pirrello, Sy, Gerbo. All: Zaffaroni

L’ultima volta è stato lo scorso 7 maggio e a sorridere, al triplice fischio, era stato il Monza con un epilogo chiaro: 0-3. Ma sono in totale 22 gli incroci tra biancorossi e calabresi in serie B, con 7 affermazioni brianzole e 9 pareggi. Stroppa deve confermare il buon momento dei suoi, in verità figlio più delle prestazioni casalinghe (con 5 vittorie e un pareggio) che del rendimento lontano da casa. Monza che oggi, al cospetto del grande ex Zaffaroni (capitano sul campo e allenatore della promozione in C), riceve il Cosenza con una striscia di imbattibilità lunga 7 gare.

Di fronte ci sarà un avversario che, una volta passato in vantaggio, in questa stagione non lascia per strada punti preziosi: solo una volta al triplice fischio si è poi verificato un pareggio, dopo una situazione di vantaggio, per il resto sono state solo vittorie. Un curriculum che solo Benevento e Cittadella posso vantare, in tutto il campionato. Situazione offensiva da calibrare invece per il Monza, che h effettuato solo 38 tiri nello specchio durante il campionato, meglio solo del Pordenone.
Sempre lunga la lista degli assenti per Stroppa: indisponibili da tempo Lamanna, Favilli, Barillà, Scozzarella, Pirola, Sampirisi e Carlos Augusto, a cui si aggiungono Paletta e lo squalificato Mazzitelli.
Ad arbitrare l’incontro odierno sarà Daniele Minelli di Varese, che contro il Monza vanta solo un precedente, in Monza-Lumezzane del 2012 in Lega Pro. Con lui in campo Domenico Fontemurato di Roma 2 e Dario Garzelli di Livorno.


© RIPRODUZIONE RISERVATA