Pallavolo, doppio colpaccio di Monza: Saugella vince a Novara, Vero Volley espugna Verona
Pallavolo Consorzio Vero Volley gioia Saugella - FOTO Vero Volley/Mauro Colombo

Pallavolo, doppio colpaccio di Monza: Saugella vince a Novara, Vero Volley espugna Verona

Doppio tabù sfatato per le squadre Vero Volley: la Saugella ha espugnato il campo della Igor Novara, i ragazzi di Superlega hanno finalmente battuto la Calzedonia Verona.

Doppio tabù sfatato per le squadre Vero Volley impegnate nei massimi campionati nazionali. La Saugella ha espugnato il campo della Igor Novara, i ragazzi di Superlega hanno finalmente battuto la Calzedonia Verona.

La Saugella ha vinto per 3-1 (parziali 25-22, 22-25, 25-16, 25-21). Tre punti pesanti per la squadra di Dagioni nell’ottava di andata della Serie A1 femminile, che coincidono con la terza vittoria consecutiva.

«Dobbiamo essere brave a prendere entusiasmo e sicurezza da questa gara per continuare il nostro cammino positivo. Noi ci siamo, siamo una squadra che può fare tanto ma non deve montarsi la testa. Se lavoriamo così, però, la strada è davvero buona. Stasera l’entusiasmo è stato determinante. Quando facciamo punto, mi giro e vedo che le mie compagne esultano con grinta e cuore mi sembra di essere in una gabbia di leonesse. La forza del gruppo è un’arma importante che dovremo continuare ad utilizzare, sempre», ha commentato la schiacciatrice e capitana Serena Ortolani.

Pallavolo Consorzio Vero Volley gruppo  - FOTO Vero Volley

Pallavolo Consorzio Vero Volley gruppo - FOTO Vero Volley

Ancora più netta la vittoria del Vero Volley a Verona: 3-0 con parziali di 25-21, 25-19, 25-21. È la prima volta da quando è in SuperLega.

Grande la soddisfazione dello schiacciatore Donovan Dzavoronok: «Non avevamo mai vinto qui, quindi siamo molto felici di averlo fatto. Sapevamo che loro potevano avere problemi in ricezione e abbiamo puntato su questo, nonostante fossimo consci che in difesa e fase break potevano essere pericolosi. Noi però oggi abbiamo fatto vedere che siamo stati più forti in tutti questi fondamentali, andandoci a prendere un successo che ci regala fiducia. Dopo le prime sei gare c’era un po’ di amarezza. Noi però non abbiamo mai mollato, convinti che con il lavoro sarebbero arrivati i frutti. Ora che li stiamo raccogliendo non dobbiamo accontentarci e continuare così».


© RIPRODUZIONE RISERVATA