Calcio, serie D: il Seregno affonda con l’Arconatese, il presidente cede la società
Seregno - Davide Erba (Foto by Paolo Colzani)

Calcio, serie D: il Seregno affonda con l’Arconatese, il presidente cede la società

La peggior prestazione stagionale è costata al Seregno una netta sconfitta sul campo di Busto Garolfo al cospetto dell’Arconatese e il colpo di scena: il presidente Davide Erba ha annunciato la decisione «di cedere la società».

La peggior prestazione stagionale è costata al Seregno una netta sconfitta sul campo di Busto Garolfo al cospetto dell’Arconatese, la formazione più in palla del girone B della serie D. Il kappaò ha prolungato a undici le gare senza vittorie della squadra azzurra e, nella notte, ha aperto la strada a una importante presa di posizione della proprietà, con il presidente Davide Erba che su Facebook ha annunciato, a fronte «delle continue critiche ed attacchi personali alla dirigenza», di aver maturato «la decisione di cedere la società. Ci auguriamo di poter ultimare la cessione e lasciarla in mani esperte e che siano in grado di riportarla in alto in tempi brevi».

Seregno Calcio post Facebook cessione società

Seregno Calcio post Facebook cessione società

Il clamoroso colpo di scena è scaturito in coda a un pomeriggio difficile, con l’undici guidato da Zoran Gjorgiev che si è spento dopo un avvio anche incoraggiante, quando al 22’ un errore in uscita del portiere Christian Galimberti ha spianato la strada al dolce pallonetto di testa di Michele D’Ausilio. La svolta definitiva, dopo una rovesciata alta di Francesco Gazo ed una punizione fuori di poco di Giovanni La Camera, è arrivata al 39’, minuto in cui un’amnesia della retroguardia ospite ha liberato solo davanti alla porta ancora Michele D’Ausilio, che di sinistro ha insaccato. Un attimo e Stefano Bonaiti lanciato verso Manuel Di Mango ha preferito il cross al tiro, vanificando una ghiotta opportunità di riaprire i conti, e qui di fatto il sipario si è chiuso. Nella ripresa, il tris in mischia di Andrea Ientile al 5’ ha ulteriormente fotografato lo stato di crisi del Seregno, incapace di reagire sul piano mentale e spento dal punto di vista fisico.

Calcio,Seregno: Zoran Gjorgiev davanti alla sua panchina

Calcio,Seregno: Zoran Gjorgiev davanti alla sua panchina
(Foto by Paolo Colzani)

Arconatese-Seregno 3-0
Marcatori: 22’ e 38’ pt D’Ausilio (A); 5’ st Ientile (A)

Arconatese: Di Mango; Bagarolo, Bianchi, Ientile; Bonfanti, Bright (38’ st Giovane), Gomis (44’ st Parini), Romeo; Marra (45’ st Romanini), Di Maira (49’ st Dioh), D’Ausilio (41’ st Veroni). A disp.: Vandelli, Hazah, Cazzaniga e Menegazzo. All.: Livieri

Seregno: Galimberti; Tomas, Borghese, Gregov; Valsecchi (2’ st Zoia), Clerici (16’ pt Bonaiti), La Camera (8’ st Jimenez), Gazo (19’ st Artaria), Invernizzi; Louati (29’ st Labas), Lucatti. A disp.: Barlocco, Mantegazza, Luoni e Ferrari. All.: Gjorgiev

Arbitro: Crescenti di Trapani.

Note: ammoniti Bright (A), Giovane (A), La Camera (S) e Gregov (S) per gioco falloso, Lucatti (S) per proteste, Bianchi (A) e Di Maira (A) per comportamento non regolamentare. Calci d’angolo: 6-3 per il Seregno. Recuperi: 4’ pt, 7’ st.


© RIPRODUZIONE RISERVATA