È l’ora del Salone del Mobile: riflettori accesi sui padiglioni di Rho Fiera
Rho Pero Fiera Milano Salone internazionale del mobile (Foto by Fabrizio Radaelli/archivio)

È l’ora del Salone del Mobile: riflettori accesi sui padiglioni di Rho Fiera

È l’ora della 58esima edizione del Salone del Mobile, in scena dal 9 al 14 aprile nei padiglioni di Rho Fiera. Oltre 2.350 espositori (di cui 550 designer al Salone Satellite), l’omaggio a Leonardo da Vinci.

È l’ora della 58esima edizione del Salone del Mobile, in scena dal 9 al 14 aprile nei padiglioni di Rho Fiera (dal 9 al 12 ingresso riservato agli operatori, sabato 13 e domenica 14 apertura anche al pubblico).

La maggior rassegna mondiale del settore si presenta con oltre 2.350 espositori (di cui 550 designer al Salone Satellite), un terzo dei quali proveniente dall’estero.

LA BRIANZA E IL FUORISALONE
LEGGI FuoriSalone 2019: progetti e mostra tra Brianza e Milano: Lissone, Desio, Seregno, Vedano al Lambro
LEGGI Anche Monza è Fuorisalone 2019: design, arte e musica dal 3 al 18 aprile

Omaggio a Leonardo. In omaggio ai 500 anni dalla scomparsa di Leonardo da Vinci, definito “figlio adottivo di Milano”, il Manifesto del salone, varato nel 2018 con alcune parole chiave (emozione, impresa, qualità, progetto, sistema, giovani, comunicazione, cultura, Milano al centro) aggiunge la parola “ingegno”, a sottolineare quell’abilità nel fare e nel pensare che stimola nuovi modi di vedere il mondo e di inventare soluzioni in cui il design provvede al benessere dell’uomo e della società.

Un talento e una eredità culturale che una città come Milano sa ben coltivare e valorizzare. A sottolineare che il salone non è solo una fiera ma occasione di scambi, di connettività, di creatività e innovazione.

Al padiglione 24 una installazione celebra l’opera di Leonardo e il suo lascito alla cultura del progettare e del saper fare: “De-signo. La cultura del design italiano prima e dopo Leonardo” sarà un suggestivo racconto del genio vinciano e del suo rapporto con il design italiano contemporaneo.

La cultura del progetto diventa dunque il vero legame tra l’ingegno di Leonardo e il mondo dei progettisti italiani.

LEGGI Tutti gli espositori e dove trovarli (VAI)
GUARDA La mappa interattiva sul sito ufficiale (VAI)

Le altre esposizioni. Ad affiancare il Salone vero e proprio il Salone internazionale del complemento d’arredo –suddiviso, come il Salone principale, nelle tipologie stilistiche Classico, Design e xLux- e le biennali Euroluce e Workplace 3.0. Quest’edizione vedrà anche un nuovo percorso espositivo trasversale dedicato ai prodotti di design e alle soluzioni decorative e tecniche del progetto d’interni: S.Project, spazio poliedrico le cui chiavi di lettura saranno multisettorialità, sinergia e qualità.

E poi il 22esimo SaloneSatellite nei padiglioni 22-24, tradizionale spazio per i giovani creativi da tutto il mondo (550 designer e neolaureandi di scuole internazionali di design). Tema di quest’anno “Food as a design obiect” con visioni avanguardistiche, idee, progetti e contributi originali.

Ben 93 gli espositori al salone provenienti da Monza e Brianza. Più 80 della provincia di Como.

Come va il settore. E il settore come sta andando? Secondo le stime sui risultati preconsuntivi elaborati dal Centro Studi Federlegno Arredo Eventi, «la produzione della filiera italiana del legnoarredo registra nel 2018 una variazione positiva, nonostante i timori sia per gli eventi geopolitici esterni che avrebbero potuto penalizzare le nostre esportazioni, sia sul versante interno relativamente alla possibile instabilità politica. Il dato complessivo del settore legnoarredo ha registrato una produzione 2018 in aumento dell’1,8% rispetto al 2017».

«I segnali di avvio per il 2019, a causa delle previsioni al ribasso dell’economia, rimangono invece incerti e volatili soprattutto per quanto riguarda le valutazioni dell’export per quasi tutti i settori.

Usa e Cina, i mercati più promettenti per potenziale di crescita e dimensione, presentano perl’Italia sbocchi interessanti per i prossimi anni».

Cosa sapere. Dal 9 al 14 aprile, dalle 9.30 alle 18.30. Ingresso per il pubblico solo sabato 13 e domenica 14. Prevendita aperta fino alle 14 di domenica 14 aprile. L’ingresso è a pagamento, registrazione obbligatoria su www.salonemilano.it. Registrandosi online si può scegliere la modalità più agevole per entrare al Salone, evitando le code. Ingresso 29 euro (25 se comperato online). Ingresso + biglietto a/r per Rho Fiera 29,50 euro (solo online). Bambini 10-13 anni 5 euro (biglietto disponibile solo in Fiera). SaloneSatellite: ingresso gratuito dalla porta Cargo 5. Come arrivare: clicca qui.


© RIPRODUZIONE RISERVATA