Acquisto casa, due proposte di Intesa  Sanpaolo per gli under 36
Case in costruzione (Foto by FABRIZIO RADAELLI)

Acquisto casa, due proposte di Intesa Sanpaolo per gli under 36

Due proposte di Intesa Sanpaolo per l’acquisto della casa rivolte ai più giovani: Domus Giovani Under 36 e i mutui con garanzia Fondo di Garanzia Prima Casa.

Intesa Sanpaolo risponde alle esigenze dei giovani desiderosi di acquistare una casa di proprietà con due nuove iniziative in coerenza con le finalità del decreto-legge n.73 del 2021 (Decreto Sostegni-bis).

Fino al 30 giugno 2022 saranno in vigore “Domus Giovani Under 36” e i mutui con garanzia Fondo di Garanzia Prima Casa. La prima iniziativa è un mutuo dedicato ai giovani, ora ampliato fino a 36 anni, che consente di avere 40 anni di durata, 10 anni di preammortamento (con la possibilità di rimborsare solo la quota interessi, nel periodo della vita più delicato dal punto di vista delle entrate), copertura fino al 100% del valore dell’immobile. Da oggi, l’esenzione dell’imposta sostitutiva è estesa anche ai giovani under 36 con Isee superiore a 40.000 euro.

I mutui con garanzia Fondo di Garanzia Prima Casa consentono al giovane mutuatario di fruire di ulteriori elementi di vantaggio rispetto a quanto previsto dalla norma, offrendo tassi dedicati estremamente competitivi; azzeramento delle spese istruttoria, delle spese di incasso rata e del costo opzioni contrattuali (quali sospensione del pagamento delle rate e flessibilità della durata); possibilità di finanziare fino al 100% del valore dell’immobile in virtù dell’estensione della garanzia dello Stato all’80% della quota capitale per i mutui con loan to value, ovvero il rapporto prestito / valore elevato. In Italia la percentuale di popolazione che risiede in abitazioni di proprietà è particolarmente alta, pari al 78,8%.

Si tratta di un tratto comune a tutte le regioni italiane che mostrano percentuali che variano tra il 69,4% di Bolzano e il 93,1% del Molise. In Lombardia (a fronte di un dato nazionale del 78,8%) la quota di persone che risiedono in abitazioni di proprietà è del 76,6%. Valori particolarmente alti si osservano nei centri abitati più piccoli (siamo all’85% circa per i comuni con meno di 10.000 abitanti), ma anche nelle città più grandi le abitazioni di proprietà sono diffuse e pari a tre su quattro.

«L’attenzione alle giovani generazioni e l’inclusione finanziaria sono da sempre al centro dell’impegno di Intesa Sanpaolo- ha rilevato Stefano Barrese, responsabile della Divisione Banca dei Territori di Intesa Sanpaolo- Per noi, investire sui giovani vuol dire investire sul nostro futuro, perché, al di là della nostra funzione sociale, si tratta di clienti che con il tempo saranno sempre più interessanti». Lo scorso anno Intesa San Paolo ha erogato 14 miliardi di euro di mutui dei quali il 30% ha riguardato prodotti per i giovani anche ad elevato loan to value. L’età media di chi chiede un mutuo è di 32 anni.


© RIPRODUZIONE RISERVATA