La Banca centrale di Singapore spera di stimolare gli asset virtuali limitando la speculazione sulle criptovalute

Secondo Ravi Menon, direttore generale della Monetary Authority of Singapore (MAS), la banca centrale di Singapore intende sviluppare un mercato degli asset crittografici, limitando al contempo la speculazione sulle criptovalute.

Nella sua dichiarazione di apertura alla conferenza Green Shoots di lunedì, Menon ha sottolineato che questo approccio non è incoerente. Le riunioni di Green Shoots sono utilizzate per fare dichiarazioni e implementare i professionisti dei servizi finanziari a nuovi beni e regolamenti.

Dopo il crollo di molte società di criptovalute con collegamenti a Singapore, in particolare Three Arrows Capital e Vauld, quest’anno la MAS e altre autorità nazionali hanno dato un nuovo giro di vite al mercato nazionale delle criptovalute.

Come ha ribadito Menon nella sua dichiarazione di lunedì, la MAS sta cercando di rafforzare le tutele per i commercianti di criptovalute al dettaglio a livello nazionale.

Secondo Menon, l’ambiente degli asset virtuali impiega la blockchain, il software di ledger distribuito e la tokenizzazione per consentire a “qualsiasi cosa di valore di essere simbolizzata nella versione virtuale”.

Ti piacciono le crypto e vuoi cominciare a fare trading? Sulla piattaforma di eToro puoi scambiare oltre 60 diverse criptovalute!

Ha detto di essere salvato e scambiato su un libro mastro che mantiene una storia immutabile di tutte le transazioni. Le criptovalute sono “in gran parte oggetto di speculazione”, con prezzi che non hanno nulla a che fare con un valore finanziario fondamentale.

Menon ha spiegato che le criptovalute hanno assunto un’esistenza indipendente al di fuori del libro mastro distribuito, che è alla base delle difficoltà del mondo delle criptovalute.

Piuttosto, il MAS sta spingendo in modo proattivo il sistema degli asset virtuali, che include la tokenizzazione di beni economici come valuta e obbligazioni, beni fisici come arte e proprietà, e prodotti immateriali come crediti di carbonio e risorse informatiche.

Menon ritiene che questa discussione abbia dimostrato che la posizione accomodante del MAS nei confronti delle operazioni sugli asset virtuali e la sua posizione rigorosa nei confronti della speculazione sui bitcoin non si escludono a vicenda. In realtà, lo sviluppo di Singapore come centro mondiale creativo ed etico per gli asset digitali è una metodologia coesa e completa.