I prezzi dell’acciaio si avvicinano a 600 dollari grazie al dollaro più morbido ispirato dalla Federal Reserve, evitando il Krakatau e il piano di Posco

I prezzi dell’acciaio si sono risollevati dai massimi della settimana grazie al cauto ottimismo del mercato.
Powell della Fed ha indicato una graduale interruzione del ciclo di rialzo dei tassi annunciando un aumento dello 0,75%.


La coreana Posco e l’indonesiana Krakatau annunciano un piano di investimenti del valore di 3,5 miliardi di dollari.
I timori di un crollo in Giappone, Stati Uniti e Cina mettono alla prova il toro; i colloqui Biden-Xi sul prodotto interno lordo statunitense sono al centro dell’attenzione.

I prezzi dell’acciaio hanno fatto il pieno di offerte per rialzare i massimi di una settimana tra l’ampia debolezza del dollaro USA e un cauto ottimismo nelle prime ore di giovedì in Asia.

I preziosi titoli suggeriscono ulteriori investimenti nella produzione di acciaio e il timore di una recessione. Durante la visualizzazione delle mosse, la contrattazione più attiva sulla Shanghai Futures Exchanges è salita a 3.980 yuan per tonnellata metrica all’ora di stampa.

Si dice che la Krakatau Steel dell’Indonesia e la Posco della Corea del Sud abbiano firmato un accordo per investire 3,5 miliardi di dollari a partire dal prossimo anno per espandere la capacità dei loro prodotti nel Paese del sud-est asiatico, ha dichiarato giovedì il Ministero degli Investimenti dell’Indonesia, secondo quanto riportato da Reuters. La notizia ha anche evidenziato che l’espansione includerà la produzione di acciaio per veicoli elettrici, ha detto il ministero in un comunicato.

I rischi di crollo sono stati evidenziati anche dai commenti del capo economista del FMI Pierre-Olivier Gourinschas, senza dimenticare le preoccupazioni per il mancato ritorno della Cina alla traiettoria di crescita nonostante l’annuncio di forti stimoli. JP Morgon, mercoledì, ha seguito il FMI e Moody’s white citando i rischi di recessione per l’Eurozona.

Gli aggiornamenti dell’incontro tra Joe Biden e Xi Jinping si uniranno alla paura della recessione per intrattenere i trader dell’acciaio. Tuttavia, l’attenzione maggiore sarà rivolta alla lettura flash del PIL degli Stati Uniti per il secondo trimestre.