BNB Chain torna in pista dopo un pesante exploit per mano di un hacker

BNB Chain è di nuovo in attività dalle 07:00, ora generale composta (UTC), dopo che giovedì la blockchain con legami con il più grande commercio di criptovalute del mondo ha subito quello che ha definito un “possibile tentativo” che la prova sulla catena raccomandata avrebbe potuto designare un enorme numero di dollari in criptovalute.

BNB Chain è composta da BNB Guide Chain e BNB Savvy Chain (BSC).
“A causa di un movimento imprevedibile, stiamo brevemente fermando BSC”, ha twittato BNB Chain dal suo vero registro, affermando in seguito che l’azione era un “tentativo probabile”, che ha descritto come contenuto.

Gli sviluppi simbolici iniziali hanno suggerito che fino a 2.000.000 di token BSC sono stati designati da un aggressore nella tarda serata di giovedì, ma le perdite reali potrebbero essere molto inferiori. BNB Chain ha valutato che da 100 a 110 milioni di dollari di risorse sono state spostate fuori dalla catena, tuttavia ha dichiarato in un tweet che 7 milioni di dollari sono stati a quel punto congelati.

Ti piacciono le crypto e vuoi cominciare a fare trading? Sulla piattaforma di eToro puoi scambiare oltre 60 diverse criptovalute!

Il fatto che sia stata sottratta una quantità così esigua di risorse (per quanto si possa dire) ha messo in evidenza il potenziale guadagno della scommessa di BNB di porre fine alla catena, invece di scommettere su un maggior numero di risorse in fuga. Le blockchain sono mostri apparentemente decentralizzati destinati a funzionare al di là dell’impulso di elementi solitari: non si dovrebbe semplicemente premere un interruttore di spegnimento.

BSC ha affermato di aver composto una chiusura della catena in seguito all’individuazione di problemi con la convenzione del BSC Token Center, la stanza di compensazione per gli scambi di criptovalute che si muovono tra le parti interconnesse della blockchain collegata a Binance. L’azienda ha ringraziato i validatori per essersi mossi rapidamente.

“Siamo alimentati dalla velocità e dallo sforzo coordinato dell’area locale per congelare le riserve”, si legge in un tweet.

Il fantasma di un assalto ha scosso il token locale BNB di BSC, che dopo una giornata di scambi fiacca è crollato a 280,40 dollari da 293,10 dollari, secondo CoinMarketCap, che Binance possiede.
Le informazioni sulla catena mostrano che a mezzogiorno sono stati effettuati due giganteschi prelievi di 1 milione di token BSC dal punto centrale del token BSC da parte di un aggressore che ha catturato risorse di criptovaluta con scambi, scambi e acquisizioni cross-chain. In ogni caso, BNB ha garantito su Twitter che “tutti gli asset sono protetti” e ha detto che “assisterà nel congelamento di qualsiasi scambio”.