Temerati del sorriso: i nuovi volontari con Vip Brianza onlus perché «c’è più che mai bisogno di sorridere»
Alcuni Temerari del Sorriso

Temerati del sorriso: i nuovi volontari con Vip Brianza onlus perché «c’è più che mai bisogno di sorridere»

La loro è una “medicina” capace di allietare le giornate di piccoli degenti dei reparti pediatrici, anziani ospiti delle case di riposo e malati oncologici. In attesa di poter tornare nei reparti, è in corso un’attenta formazione. Perché saper portare un sorriso non è cosa da tutti.

Furby, Biri, Bluetta, Ciuppy, Colorizia, Dolcinè, Francifru, Meme, Mulipano, Pandal, Rock, Sandrina, Smini e Spazzolina: sono i quattordici nuovi “Temerari del sorriso”. L’associazione di clownterapia Vip Brianza odv ha selezionato un nuovo gruppo di volontari che hanno scelto di chiamarsi così per lanciare un chiaro messaggio: c’è più che mai bisogno di sorridere. I nuovi volontari stanno portando avanti il proprio tirocinio formativo, in attesa di poter riprendere le attività di volontariato negli ospedali. La loro è una medicina del sorriso, capace di allietare le giornate di piccoli degenti dei reparti pediatrici, anziani ospiti delle case di riposo e malati oncologici. A settembre si sono svolte le selezioni: una trentina di aspiranti volontari hanno sostenuto un colloquio preliminare per comprendere meglio l’attività di clownterapia e per capire l’impegno richiesto a ogni volontario. La selezione non è stata semplice e si è cercato di capire l’attitudine di ognuno, perché nel nuovo ruolo si deve saper anche affrontare dolore, malattia e solitudine di anziani, bambini e famiglie. Durante la selezione, formatori esperti si relazionano con il candidato e si cerca di comprendere la motivazione che spinge ad affrontare un percorso di volontario clown. Poi inizia il racconto dell’attività di Vip Brianza e di che cosa significa diventare un clown di corsia. I 14 temerari hanno intrapreso un percorso di base, svolto da un formatore professionista Vip, che crea il gruppo con esercizi di sintonia, ascolto e fiducia. Hanno poi ricevuto le basi per la vestizione e il trucco clown. La formazione prosegue ora con allenamenti dedicati, durante i quali i nuovi volontari riceveranno il camice da personalizzare sulla base della loro identità clown e conosceranno il proprio tutor, un clown anziano che sarà la loro guida durante tutto il periodo di formazione. Ma anche una volta superato l’iter di preparazione principale, ogni mese Vip Brianza predispone incontri di aggiornamento sulle materie apprese al corso base: giochi, clownerie, magia, giocoleria, igiene e comportamento in ospedale, crescita personale e coesione di gruppo, improvvisazione, mimo. Perché per donare emozioni con un sorriso non si può solo improvvisare. 


© RIPRODUZIONE RISERVATA