Meridiana e Mousikè: musica sacra popolare sudamericana in concerto al Manzoni
Guadagnini dirige i ritmi di Ariel Ramirez (foto Alberto Panzani)

Meridiana e Mousikè: musica sacra popolare sudamericana in concerto al Manzoni

Il 4 dicembre un evento di rara bellezza e di atmosfera natalizia al teatro di Monza per aiutare la cooperativa e i suoi progetti dedicati agli anziani in difficoltà e la onlus che diffonde la culturale musicale tra i giovani. Sul palco “Intende Voci Chorus”, coro di Milano diretto da Mirko Guadagnini e l’ensemble “I Giambellindios”.

Atmosfere di Natale esclusive, per vivere, e condividere, un’esperienza di rara bellezza che verrà riservata al pubblico da un concerto di musica sacra popolare sudamericana. A proporla, al teatro Manzoni, il prossimo 4 dicembre una sinergia che coinvolge artisti di livello e progetti d’eccellenza del territorio. A teatro, infatti, risuoneranno i ritmi argentini della Misa Criolla (1963) e Navidad Nuestra (1964) di Ariel Ramirez, per soli, coro e ensemble di strumenti andini. Ad eseguirli sarà “Intende Voci Chorus”, coro di Milano diretto da Mirko Guadagnini e l’ensemble “I Giambellindios”, composta da esperti musicisti che, virtuosi di strumenti originari delle ande come charango, chitarre, flauti e percussioni, fanno di questo repertorio la loro massima specializzazione. Il ricavato della serata sarà devoluto a favore dei progetti di La Meridiana Due di Monza e dell’associazione Musiké di Muggiò.

Il direttore Mirko Guadagnini

Il direttore Mirko Guadagnini

“La Misa Criolla di Ariel Ramirez è unica nel suo genere” spiega il direttore Guadagnini, che è anche tenore, nonché fondatore e direttore artistico del Festival Liederìadi. “In essa - continua l’artista - il ritmo e la tradizione ispano-americana si intrecciano con i temi della tradizionale messa religiosa”. Composta nel 1963, è stata concepita da Ramirez come un’opera per solisti, coro e orchestra, espressione di forme musicali puramente folkloriche caratterizzate dalla presenza di strumenti tipici della tradizione popolare latinoamericana. La Navidad Nuestra è stata invece composta da Ramirez in collaborazione con il poeta Félix Luna in una sola notte d’ottobre del 1963. L’opera è un quadro plastico di sapore creolo ispirato al tema della nascita di Gesù. Sono sei brani, ciascuno costruito attorno a una differente voce regionale e imperniato su un proprio ritmo o tipo di danza. Le musiche guidano il percorso narrativo e spirituale comunicando le atmosfere di una religiosità popolare molto particolare.

“Intende voci Chorus”, fondato nel 1980 e diretto oggi proprio da Guadagnini, conta circa 35 elementi e ha sede a Milano. Si esibisce regolarmente nell’ambito della rassegna “Festival Liederìadi” alla Palazzina Liberty. Nel 2017 si è anche esibito con il Requiem K626 di W.A.Mozart nell’Abbazia di Morimondo e nel 2018 le voci femminili hanno eseguito la prima assoluta di Still Requies, requiem composto da Mauro Montalbetti e prodotto da Liederìadi per la chiusura delle celebrazioni del centenario della Grande Guerra.

La Meridiana ha fatto dal 1976 dell’assistenza agli anziani, con particolare attenzione a quanti soffrono di Alzheimer e di altre patologie di demenza (anche nel nuovo contesto de Il paese ritrovato a Monza) la sua vera missione, con la proposta continua di nuove modalità di assistenza. Musiké onlus invece è attiva dalla sede di Muggiò, da oltre 30 anni, nella diffusione della cultura musicale sul territorio e, in particolare, nelle scuole e tra i più giovani.

Prenotazioni e Informazioni sul concerto: 039-39051 (tutti i giorni 10-18), info@cooplameridiana.it.


© RIPRODUZIONE RISERVATA