«Mio figlio è diventato maggiorenne: posso versare a lui il mantenimento?»
Avvocato- foto creata da Racool_studio/it.freepik.com

«Mio figlio è diventato maggiorenne: posso versare a lui il mantenimento?»

Un quesito sul contributo al mantenimento nei confronti di un figlio diventato maggiorenne. Risponde l’avvocato Reno Grillo del Foro di Monza.

Egregio avvocato, sono separato da alcuni anni e mio figlio, per il quale verso alla mia ex moglie un contributo al mantenimento, da alcuni mesi è diventato maggiorenne. Posso dunque versare direttamente a lui l’assegno di mantenimento stabilito dal Tribunale?

Egregio Signore, la risposta alla sua domanda necessita di alcune precisazioni.

A quanto da Lei riferito, il provvedimento del Tribunale ha disposto a Suo carico l’obbligo di contribuire al mantenimento di Suo figlio con un versamento alla Sua ex moglie.

Creditore di tale obbligo è dunque la madre di Suo figlio.

Ella pertanto, malgrado la raggiunta maggiore età di Suo figlio, non può decidere unilateralmente di modificare il creditore della prestazione.

Secondo la giurisprudenza, peraltro, i genitori non possono neanche con un accordo tra loro decidere che il padre, diversamente da quanto previsto dal Tribunale, versi il mantenimento direttamente al figlio maggiorenne anziché alla madre. La giurisprudenza infatti afferma che il diritto al mantenimento è indisponibile per le parti ed un semplice accordo delle parti sarebbe nullo.

Con una recente ordinanza (n. 9700 del 13 aprile 2021) la Cassazione ha confermato questo orientamento, evidenziando che secondo l’articolo 337 septies comma 1 del codice civile spetta unicamente al giudice disporre che l’assegno di mantenimento sia versato direttamente al figlio maggiorenne anzichè al genitore con il quale convive.

Affinché Ella possa versare il mantenimento direttamente a Suo figlio, sarà pertanto necessario promuovere un procedimento di modifica delle condizioni della separazione (eventualmente congiuntamente con la Sua ex moglie) ed ottenere autorizzazione in tal senso da parte del Tribunale.

Avv. Reno Grillo *

* Iscritto all’ordine degli Avvocati di Monza a far data dal 2007. Nato e cresciuto a Monza, ha frequentato il liceo classico e si è poi laureato presso l’università Statale di Milano Bicocca. Iscritto alle liste del Patrocinio a spese dello Stato, si occupa di diritto civile in genere ed in particolare di diritto di famiglia.


© RIPRODUZIONE RISERVATA