Guccini inedito nell’Ostaria delle dame
Francesco Guccini

Guccini inedito nell’Ostaria delle dame

Tre nastri inediti degli anni ’80 per il “ritorno” discografico di Francesco Guccini. È “L’Ostaria delle dame” ed è una raccolta di concerti inediti registrati nella cantina aperta da Guccini a Bologna nel 1970.

Tre nastri inediti degli anni ’80 per il “ritorno” discografico di Francesco Guccini, ritirato dalle scene musicali nel 2012 dopo l’Ultima Thule. È “L’Ostaria delle dame” ed è una raccolta di concerti inediti registrati nella cantina aperta da Guccini con Padre Michele Casali: un pezzo di storia bolognese che dal 1970 e per quindici anni ha fatto da palcoscenico ai cantautori e alla vita culturale della città. Ora riapre ed è proprio lì che a fine ottobre verrà presentato il nuovo lavoro.

Tre concerti – del 23 gennaio 1982 (l’anno dopo Metropolis), del 14 gennaio 1984 (dopo l’album Guccini con Autogrill), del 19 gennaio 1985 (dopo il live Fra la via Emilia e il West) – che dopo qualche parola si aprono con Canzone per un’amica e non si chiudono con La locomotiva. Nelle scalette la Canzone quasi d’amore, Canzone delle osterie di fuori porta, Osteria dei poeti, Gulliver, Argentina, I Fichi. Il progetto discografico nasce dal ritrovamento dei nastri originali con le registrazioni delle esibizioni acustiche e “il trasferimento diretto dai nastri magnetici ha mantenuto inalterata l’atmosfera dei concerti, che si svolgevano in modo del tutto informale in un ambiente goliardico e creativo tra le risate e gli applausi del pubblico e degli stessi protagonisti”, spiega la presentazione.

Le cronache bolognesi raccontano che ora quel luogo è tornato a vivere, uguale a come era, come circolo culturale che si propone di tornare a essere palestra di musica e cultura.

La raccolta esce il 3 novembre per Universal Music ed è in pre-order da venerdì 13 ottobre (qui). Saranno disponibili due versioni: un doppio cd con booklet e il cofanetto deluxe con 6 cd e libro di 80 pagine con foto, testimonianze dei protagonisti dell’epoca, la storia dell’osteria e un’introduzione di Francesco Guccini. 

 

La tracklist dei sei cd:

Concerto del 23.01.1982
CD1: Intro, Canzone per un’amica, Intro, Canzone quasi d’amore, Intro, Osteria dei Poeti, Intro, Ti ricordi quei giorni, Intro, 100, Pennsylvania Ave., Intro, Incontro, Intro, Bologna, Intro e Gulliver.
CD2: Bisanzio, Intro, Jacinto Chiclana *, Intro, I fichi, Intro, Venezia, Intro, Canzone di notte n.2, Intro e Un altro giorno è andato.

 Concerto del 14.01.1984
CD1: Intro, Canzone per un’amica, Intro, Autogrill, Intro, Argentina, Intro, Canzone delle osterie di fuori porta, Intro, Bologna, Venezia, Intro, Jacinto Chiclana *, Intro e Auschwitz.
CD2: Intro, Il treno va, Canzone di notte, Bisanzio, Intro, Inutile, Intro, Canzone dei 12 mesi, Intro, Gli amici, Intro, Incontro e Il treno va (Bis).

 Concerto del 19.01.1985
CD1: Scirocco, Intro, Canzone per un’amica, Intro, Autogrill, Intro, Auschwitz, Intro, Argentina, Intro, Il vecchio e il bambino e Bisanzio.
CD2: Intro, A Don Nicanor Paredes *, Intro, Il pensionato, Intro, I Fichi, Intro, Signora Bovary, Bologna, Venezia, Intro, Chacarera del 55 **,    Intro, Yo quiero un caballo negro, Canzone quasi d’amore, Intro, Un altro giorno è andato e Ringraziamenti.

 Il 13 settembre è uscito per Giunti Editore “Tempo da elfi”, il nuovo romanzo giallo di Francesco Guccini e Loriano Macchiavelli.


© RIPRODUZIONE RISERVATA