Lavoro e disabilità: St di Agrate inaugura la Ciclofficina con cinque tirocinanti
Agrate Brianza: tirocinanti e staff con i rappresentanti di Provincia e St davanti alla Ciclofficina

Lavoro e disabilità: St di Agrate inaugura la Ciclofficina con cinque tirocinanti

Alla St Microelectronics di Agrate Brianza è stata inaugurata la Ciclofficina, un progetto realizzato insieme alla Provincia e alla coop sociale “Lo Sciame” grazie al quale cinque tirocinanti con disabilità ogni anno si occuperanno della manutenzione delle bici dei dipendenti.

Cinque persone con disabilità ogni anno per cinque anni impegnate con un tutor nella custodia e manutenzione delle biciclette dei dipendenti ST e dei loro familiari. Questo è l’Isola Formativa per tirocinanti con disabilità inaugurata venerdì ad Agrate Brianza nella sede brianzola della multinazionale italo francese. Si tratta della prima esperienza di questo genere sul territorio promossa dalla Provincia di Monza e Brianza con STMicroelectronics in collaborazione con la cooperativa sociale “Lo Sciame onlus” di Arcore. Un progetto che ha visto la realizzazione di una Ciclofficina davanti all’entrata dell’azienda, nell’area dedicata alle bici.

Il servizio. Un servizio a disposizione dei molti dipendenti che raggiungono il loro posto di lavoro in bici, all’insegna della sostenibilità, ma anche in grado di realizzare un percorso di avvicinamento al lavoro per garantire ai tirocinanti di fare esperienza e mettere alla prova le proprie competenze.
L’iniziativa è nata dal concerto di tre attori: una grande azienda privata, una coop radicata sul territorio e una istituzione come la Provincia che ha inserito questa sperimentazione tra le azioni promosse dal servizio di Collocamento mirato e dal piano Lift per aumentare le opportunità lavorative delle persone disabili.

Agrate Brianza: il taglio del nastro della Ciclofficina con Giuseppe Notarnicola  e Luca Santambrogio

Agrate Brianza: il taglio del nastro della Ciclofficina con Giuseppe Notarnicola e Luca Santambrogio

Un tirocinio che può durare da sei mesi a un anno inserito in un progetto che ha portato a settembre alla firma di una convenzione fra l’ente provinciale e ST. È prevista, tra le altre cose, la creazione di gruppi per raccogliere e gestire le esigenze dei dipendenti che usano la bicicletta, ma anche la partecipazione a corsi in collaborazione con aziende produttrici.

Il presidente della Provincia Luca Santambrogio e quello di STMicroelectronics Italia Giuseppe Notarnicola hanno tagliato il nastro, ma all’inaugurazione c’era anche l’amministratore delegato di ST Italia, Orio Bellezza.

«Il lavoro svolto dalla Provincia sui temi delle politiche attive ha portato a risultati importanti con la crescita costante del numero delle assunzioni dei lavoratori inscritti nelle liste del collocamento mirato – spiega Santambrogio- A fronte dei risultati positivi, sappiamo che le difficoltà di inserimento dei lavoratori con disabilità sono ancora tante: per questo abbiamo scelto di promuovere progetti sperimentali come le isole formative, per creare nuovi percorsi di avvicinamento al lavoro. Oggi, insieme ad una azienda leader come ST lanciamo un messaggio: pubblico e privato possono fare rete per promuovere una nuova cultura del lavoro inclusivo». «ST è un’azienda ad alto contenuto tecnologico ed innovativo. Al fine di valorizzare il contributo professionale da parte di persone con disabilità in un contesto complesso come il nostro, abbiamo scelto il progetto dell’Isola Formativa: i tirocinanti, opportunamente seguiti da tutor specializzati, saranno in grado di creare valore supportandoci nel nostro costante impegno verso la sostenibilità» commenta Notarnicola.

Impatto ecologico. «Fare formazione per noi è una necessità quotidiana - spiega l’ad Bellezza - e l’inclusione delle persone con disabilità rientra nella politica dell’azienda, che vuole mettere al centro il capitale umano. Nel campo della mobilità e della sostenibilità poi siamo dei pionieri, sono molto importanti per l’impatto ecologico dell’azienda».

«Quello che stiamo facendo mi inorgoglisce -osserva infine il presidente della coop sociale “Lo Sciame”, Giovanni Garancini - Questo sarà un modello di riferimento».

La coop, presente in Brianza da 40 anni e capace di dare lavoro a più di 200 persone, ha svolto un ruolo di collante, facendosi garante operativamente della conduzione della Ciclofficina.
«Il ruolo di Assolombarda è stato quello di supportare costantemente STMicroelectronics - sottolinea, infine, Alessandro Scarabelli, direttore generale di Assolombarda - nell’affrontare l’inserimento di persone con disabilità, scegliendo insieme alla Provincia e all’impresa stessa gli strumenti più idonei. Assolombarda considera questo progetto replicabile in altre imprese, perché permette alle persone con disabilità di acquisire un profilo formativo che contribuirà ad accrescere professionalità e occupabilità e, alle imprese, di creare valore per l’intero territorio».


© RIPRODUZIONE RISERVATA