Serie B, LIVE di Monza-Benevento: 3-0, biancorossi secondi in classifica

Mota a inizio ripresa, Gytkjaer su rigore subito dopo e ancora il portoghese. Cremonese, sconfitta dall'Ascoli. Perde anche il Lecce.
José Machin festeggia il gol di Dany Mota Carvalho a Frosinone
José Machin festeggia il gol di Dany Mota Carvalho a Frosinone

La serie A si decide venerdì a Perugia: Monza attualmente secondo in classifica a un punto dal Lecce capolista, che però giocherà l’ultima in casa con il Pordenone già retrocesso. Un punto dietro al Monza c’è ora la Cremonese, crollata in casa con l’Ascoli e all’ultima attesa a Como. Pareggia anche il Pisa, che pure stava vincendo e a fine primo tempo era davanti al Monza in classifica. I nerazzurri toscani ora sono a -3 dal Monza, dopo l’1-1 con il Cosenza, ma potenzialmente ancora in grado di chiudere davanti al Monza, perché in vantaggio negli scontri diretti.

Finita anche a Vicenza: 2-1 in rimonta dei veneti sul Lecce, che era virtualmente in A e si ritrova a +1 dal Monza. Partita che forse i salentini avrebbero comunque rischiato di perdere a tavolino, visto i petardi che hanno interrotto la gara per un quarto d’ora, con l’uscita di campo del portiere biancorosso Nikita

Non finisce di stupire questa B! Vicenza in vantaggio con il Lecce!

Incredibile quello che sta succedendo sugli altri campi. L’ex Monza Davide Diaw ha pareggiato il conto con il Lecce, che già festeggiava il ritorno in A. Proprio mentre l’Ascoli batteva a Cremona l’ormai ex seconda della classe

Finita anche ad Ascoli! E intanto pareggio anche a Vicenza, Lecce che non è più in A automaticamente

Tutti che restano inchiodati al loro posto, giocatori già usciti dal campo. Si attende il risultato finale di Cremonese-Ascoli

45’st+1- FINITA! Monza che strapazza il Benevento, al termine della miglior partita casalinga. Quella che spera possa essere l’ultima di questa stagione. La classifica dice che è secondo posto solitario in classifica, mentre a Cremona si continua a giocare

45’st+1- Ci prova anche Mancuso, U-Power impazzito: Monza secondo in classifica a una giornata dalla fine

45’st- Standing ovation per Mota Carvalho, dentro Favilli

44’st- GOL DEL MONZA! Mota Carvalho con una girata di destro sul calcio piazzato di Barberis, che lo imbecca con un tocco di destro

43’st- Ennesimo strappo di D’Alessandro, imprendibile a sinistra: se ne porta a spasso un paio, poi appoggia al limite. Barberis è leggermente attardato e la manovra riparte poco più dietro, con il palleggio

41’st- Fuori Pastina, che aveva subito un colpo al volto, dentro Gyamfi. Ultimo slot per il Benevento

40’st- Tarjeta amarilla anche per Barberis. Cinque più recupero alla fine

39’st- Punizione dalla lunghissima distanza di Barberis, che sceglie la manovra. Il Monza resta in possesso, i secondi scorrono

35’st- Azione in fotocopia: Mota manda di tacco D’Alessandro, altra palla dietro per Molina, che però serve l’assist, ma il Benevento recupera

34’st- D’Alessandro prende il fondo a sinistra, scarico in mezzo e Molina anticipa il colpo, senza però riuscire a imprimergli forza

33’st- Entrata dura di Barberis: calcio piazzato per i sanniti, Di Gregorio raccoglie una deviazione di testa

31’st- Ammonizione anche per Vogliacco. Il Benevento ora sembra aver ritrovato slancio

29’st- Fuori Mazzitelli, autore di una grande gara, dentro Barberis. Esce anche Gytkjaer, dentro Mancuso, poi Colpani per Ciurria, forse il migliore in campo. Bella immagine all’uscita dal campo di Mazzitelli, abbracciato dal suo compagno di reparto Valoti

27’st- Valoti, Favilli e Colpani si scaldano, Monza che in questo momento non sembra patire la reazione di un Benevento abbastanza schiacciato. Ora grandissima occasione per D’Alessandro, che parte in slalom, taglia da sinistra al centro e calcia di destro: Paleari, autore di una grande partita, respinge con il piede sinistro

25’st- Intanto arriva il gol del Lecce, che sarebbe sin d’ora promosso in serie A. Cambia ancora il Benevento: fuori Insigne, dentro Elia. Dentro anche Calò per Viviani

22’st- Ha ancora la forza di scattare Ciurria, che però si porta la palla oltre la linea di fondo. Non ne ha più invece Machin, che ha un problema alla gamba sinistra. Entra al suo posto D’Alessandro, abbracciato da Stroppa prima dell’ingresso


18’st- Sono 8402 gli spettatori di oggi, per un incasso di 89.646 euro. Preme, intanto, la Cremonese nella partita contro l’Ascoli. Con un pareggio, i grigiorossi raggiungerebbero il Monza al secondo posto, ma i brianzoli, con cui sono in parità negli scontri diretti. Ma la differenza reti è migliore per i brianzoli, che sarebbero comunque secondi. Ma c’è ancora mezzora scarsa di gioco

16’st- Si gioca a campo aperto ora, spazi dilatati e squadre che non accennano ad alzare il piede dall’acceleratore: Ciurria per Sampirisi da una parte, contropiede ospite e Carlos chiude

14’st- Giallo a Tello: il Monza gioca con intelligenza, Machin manda sulla corsa Mota che provoca il giallo. Poi Molina guadagna l’ennesimo corner della partita

12’st- Benevento che ora ha alzato il baricentro. Proteste per un contatto dubbio in area monzese, poi ancora Gytkjaer in contropiede. I campani sono alla ricerca di un posizione migliore per i playoff

10’st- Caserta cambia il suo Benevento: Ionita fuori per Tello, esce Improta e entra Foulon

9’st- Monza in questo momento sola al secondo posto in classifica e virtualmente in A a una partita e mezzo dalla fine del campionato

7’st- GOL DEL MONZA! Gytkjaer con un piatto destro! Raddoppio Monza

4’st- RIGORE PER IL MONZA! Mano di Improta. E intanto gol dell’Ascoli a Cremona!

3’st- Gytkjaer scappa, Pastina lo mette giù e si prende il cartellino

2’st- GOL DEL MONZA! Mota Carvalho! Letizia passa dietro, Mota si avventa e salta Paleari. Vantaggio biancorosso

1’st- Ripartono gli stessi 22. Prima palla stavolta del Benevento

Una partenza a tutta per il Monza, che nei primi 6 minuti arriva a collezionare altrettante occasioni da rete: Gytkjaer chiuso da Letizia, Mota strozza il destro che va a lato, ancora Gytkjaer murato da Paleari che alza oltre la traversa, poi ancora Mota di testa in tuffo e lo stesso portoghese che spara a lato. E si è solo al 6′. Ci pensano poi Ciurria in un paio di occasioni ravvicinate all’11’, di nuovo “il Fante” con Molina al quarto d’ora. Un monologo biancorosso, a cui manca solo l’acuto del gol. Il Benevento si vede al 21′ con Insigne in contropiede, al 32′ Mazzitelli calcia una palla sporca che fa volare Paleari.

45’pt- Mota e Ciurria dialogano in area, ma manca ancora la stoccata verso la porta. Era l’ultima occasione del primo tempo, Di Bello non dà neanche un minuto di recupero

42’pt- Sinistro di Acampora da palla piazzata. Sampirisi di testa la spedisce in angolo. Resta alto solo Mota

39’pt- Terza volta che Gytkjaer si trova in posizione avanzata rispetto alla palla. Il danese fa reparto, ma sin qui è spesso fuori posizione per la battuta a rete. Ora Acampora sfugge a Pereira e prova con il lancio lungo a tagliare il campo per Moncini. Benevento che però non riesce a sfruttare il contropiede

37’pt- Il Benevento tenta di rallentare il ritmo e facendolo guadagna metri. Ora dubbio fallo in uscita di Caldirola. Perde il Perugia con la Ternana, perde anche il Frosinone con la Spal

34’pt- Avanti con il forcing. Pereira dalla destra, su imbeccata di Mazzitelli, e Gytkjaer salta di testa ma deve arretrate anche in questa occasione per impattare la palla

32’pt- Incredibile doppia occasione per il Monza! Machin per Gytkjaer che è un passo avanti rispetto alla palla che arriva. La palla finisce a Mazzitelli che calcia una palla sporca e Paleari deve volare al sette per metterla in angolo

31’pt- C’è un forte vento contrario all’avanza dei biancorossi. Ne guadagnano i campani, che con le loro conclusioni riescono a imprimere maggior velocità al pallone. Ora cartellino giallo anche per Viviani per fallo su Machin

28’st- Ancora Insigne ad allungare il gioco per il Benevento, ma ancora dalla lunga distanza Improta: unica strada per cercare la via della porta. Destro teso ma alto e fuori coordinate

25’pt- Benevento che sin qui si è limitato a un gioco attendista, affidandosi solo al contropiede (come nel caso della conclusione di Insigne poco fa) e di fatto rinunciando a giocare

21’pt- Ennesimo calcio d’angolo per il Monza, con il Benevento che riparte in contropiede e si trova in superiorità numerica con Letizia, Farias e Acampora. Prezioso lavoro in copertura di Molina, poi Insigne ci prova e Di Gregorio blocca basso

20’pt- Sugli altri campi, intanto, 1-0 del Pisa sul Cosenza. Oltre al momentaneo vantaggio dell’Alessandria a Parma.

17’pt- Il Benevento si allunga e Sampirisi deve mettere giù Farias. Giallo al capitano biancorosso

15’pt- Partita con il fiato corto, nel senso che non ci sono attimi di sosta: Ciurria a destra e Paleari che la toglie dai piedi di Gytkjaer. Dall’altra parte, Molina crossa in mezzo e Mota è anticipato a due passi dalla porta beneventana. Che Monza, in questo primo quarto d’ora

12’pt- Si vede anche il Benevento: Improta dalla lunghissima distanza, rasoterra di destro e palla abbondantemente fuori

11’pt- Ci mette 5 minuti per arrivare nuovamente a tanto così dal gol, il Monza: azione dalla sinistra, con Molina che mette in mezzo per Mota, colpo di testa e rimpallo che finisce a Ciurria: calcio a volo e Paleari gli dice di no. Neanche un minuto dopo e ancora “il Fante”, questa volta dal centro sinistra, spara alto

6’pt- Ciurria affonda a destra, ancora Mota che da due passi colpisce male. Fiera delle occasioni

5’pt- Pereira dalla destra, taglio a mezza altezza verso il dischetto, Mota in tuffo colpisce di testa ma angola troppo. Splendido avvio del Monza

3’pt- Ancora Monza! Machin per Mota, in verticale per Gytkjaer e Paleari in uscita devia oltre la traversa. Terza occasione in un minuto e mezzo per il Monza

2’pt- Monza partito fortissimo: Mota si accentra e chiude il destro, che termina a lato

1’pt- Subito un grandissimo brivido per il Benevento! Machin mette Gytkjaer a tu per tu con Paleari, Letizia gli toglie la palla al momento della battuta

1’pt- Si parte. Ultima giornata casalinga della regular season, Monza che battezza la gara con il tocco di Mota

Clima delle grandi occasioni, allo U-Power. In tribuna lo squalificato Giulio Donati, mentre le squadre stanno facendo il loro ingresso in campo. Coreografia con palloncini rossi, dello stesso colore della maglia di Sampirisi e compagni. Bella coreografia anche da parte dei tifosi campani, con un enorme lenzuolo con la scritta “Stregoni del Nord”

Tanti i titolari di stagione che non partono titolari, nella giornata di oggi. Da Paletta, ormai out da qualche settimana, a Mattia Valoti e Marco D’Alessandro. Sono in 8mila i presenti sugli spalti, oggi.

Adriano Galliani è arrivato allo U-Power oltre un’ora prima dell’incontro, ora anche la Pieri si sta riempiendo. Buona presenza anche dei tifosi arrivati dalla Campania. GUARDA IL VIDEO. Bagno di folla per l’ex portiere dell’Inter, Julio Cesar. A dieci minuti dal fischio d’inizio, in anticipo rispetto al consueto, ha già preso posto in tribuna anche il patron Silvio Berlusconi.

Le formazioni: Mota e Gytkjaer davanti, out Barberis

Le formazioni.
Monza: Di Gregorio, Sampirisi, Caldirola, Carlos Augusto, Pereira, Ciurria, Mazzitelli, Machin, Molina, Gytkjaer, Mota Carvalho. A disposizione: Lamanna, Barberis, Valoti, Mancuso, Bettella, Favilli, Ramirez, Antov, Colpani, Marrone, D’Alessandro, Pirola. All: Stroppa
Benevento: Paleari, Acampora, Pastina, Vogliacco, Letizia, Ionita, Viviani, Insigne, Improta, Moncini. A disposizione: Manfredini, Calò Gyamfi, Elia, Tello, Petriccione, Foulon, Rossi, Masciangelo, Talia, Samba, Brignola. All: Caserta

Innanzitutto il pubblico: è lui per primo a crederci, in questa serie A da conquistare sul campo nei 180 minuti che chiudono la stagione regolamentare. Grande affluenza si pubblico allo U-Power e traffico congestionato per l’accesso allo stadio già un’ora e mezza prima del fischio d’inizio.

La gara di andata, per certi versi, è stata la cicatrice della ferita che penalizzato il Monza in questo campionato. Il segno evidente di ciò che ha tagliato in due l’annata sportiva biancorossa, sebbene anche in settimana Stroppa abbia voluto evidenziare il grande girone di ritorno dei suoi. Ma Benevento-Monza, lo scorso 13 gennaio, al di là del risultato e del 3-1 sul tabellino di fine gara, ha rappresentato il punto e a capo del Monza pre e post Covid. Quello che sembrava non temere nessuno, quello che dopo un mese di inattività forzata per i contagi ha dovuto ricominciare daccapo il proprio percorso.

Monza-Benevento per un posto in serie A

Un motivo – e neanche il più importante – per credere che la gara di oggi possa avere significati decisivi ai fini di questa seconda consecutiva avventura in cadetteria, dopo gli anni di Purgatorio. Monza-Benevento di oggi sarà decisiva per le residue speranze di A diretta, almeno per chi perderà: uscire senza punti oggi potrebbe significare automaticamente playoff. I campani giungono all’appuntamento dopo la sconfitta interna ad opera della Ternana, nell’ultimo turno. E il Monza si presenta all’appuntamento consapevole che il differenziale tra punti conquistati in casa, rispetto a quelli lontani dallo U-Power, ha un saldo positivo di 16 punti. Lo dimostra anche la sconfitta di Frosinone lo scorso lunedì, 25 aprile. “Una partita in dominio per mezzora”, ha ribadito lo stesso Stroppa, finita però 4-1 per i ciociari. Anche a causa dei grossolani errori difensivi dei brianzoli, che oggi si trovano di fronte al miglior attacco del torneo, con le sue 61 realizzazioni.

Stroppa: l’anti Benevento sono Machin e Mota

E chissà che un’arma in più per Stroppa non possa essere José Machin, assist man per il momentaneo vantaggio di Mota a Frosinone, ma anche a segno 3 volte nei suoi 2 precedenti con il Benevento in B, in entrambi i casi con la maglia del Pescara sulle spalle. Il Monza si affida a lui e a Mota Carvalho, che con un gol andrebbe in doppia cifra realizzativa in stagione, come solo il compagno Mattia Valoti è riuscito sin qui a fare.

Arbitra l’internazionale Di Bello

A dirigere l’incontro sarà Marco Di Bello di Bridisi, con Filippo Meli di Parma e Francesca Di Monte di Chieti a coadiuvarlo. Di Bello, arbitro internazionale, nella stagione in corso ha già diretto il Monza nella trasferta di Crotone dello scorso 7 novembre. Oltre allo squalificato Donati, indisponibili Paletta e Siatounis. Fischio d’inizio alle 14.