Monza verso la serie A, il pagellone di fine anno: la difesa

Da Di Gregorio a Pirola, i voti finali per l'Ac Monza promosso in A (e un occhio al mercato): portieri e difesa.
Di Gregorio in uscita alt su Palombi
Di Gregorio in uscita alt su Palombi

Il pagellone di fine anno del Monza, che ha vinto i playoff di Serie B conquistando la prima storica promozione in Serie A. Reparto per reparto, l’analisi della squadra che ha avverato i sogni di una tifoseria in attesa di esplodere da cento e dieci anni. Con un occhio al mercato, perché la rosa è numerosissima e molti lasceranno la truppa prima della chiusura delle trattative.

Il pagellone del Monza: portieri e difesa

Michele Di Gregorio 8,5 Devastante in porta, presente con i piedi, migliorato nelle uscite alte ha limitato di molto le incertezze della giovane età (per un portiere) risultando il migliore della categoria insieme a Carnesecchi della Cremonese, non a caso un’altra neo promossa.

Eugenio Lamanna 6 Una sola presenza, per l’assenza di Di Gregorio, in una stagione in cui rientrava da un infortunio importante. È in scadenza, probabilmente lascerà il posto di dodicesimo a qualcuno più pronto per la categoria.

Daniele Sommariva s.v. Mai entrato in campo, rimane uno dei collegamenti con il passato, lui che era arrivato nel primo anno di C.

Carlos Augusto 9 È marcatamente e decisamente il miglior difensore mancino della categoria. Che giochi da braccetto della difesa a 3 o esterno a tutta fascia, rimane un ciclone che si abbatte costantemente su qualsiasi avversario. Quest’anno condisce la stagione con 3 reti, dando l’impressione di poter fare ancora meglio.

Carlos Augusto in un intervento difensivo
Carlos Augusto in un intervento difensivo

Lorenzo Pirola 6,5 Quando gioca è presentissimo, il suo problema sono gli infortuni (talvolta molto sfortunati) e la condizione fisica. Il Monza vuole riscattarlo dall’Inter e ne ha la possibilità: come marcatore è già oggi un potenziale giocatore di categoria superiore, come dimostra anche con costanza in Under21.

Davide Bettella 6 Gioca pochissimo, giusto 9 presenze, quasi tutte da subentrato. Troppo poco per incidere su un’intera stagione ma a sufficienza per incidere su singola partita, come ai playoff.

Luca Caldirola 7 Stagione a due volti per il brianzolo di Seregno tifoso monzese sin da bambino. Comincia male da marcatore, migliorare sensibilmente da centrale, esplode letteralmente quando la posta si alza, portando a scuola gli attaccanti di mezza Serie B nelle battute finali del campionato.

Valentin Antov 5 Sbaglia parecchio per essere un giovane in rampa di lancio. Al pari di Bettella è stato riscattato automaticamente e al pari di Bettella potrebbe trovare una nuova destinazione per crescere.

Giulio Donati 6 Ad un certo punto dell’anno è insostituibile soprattutto per la presenza emotiva che garantiva alla squadra. Si è perso e ha perso il posto, ma rimane sempre un protagonista. Contratto pesante, valutazioni sul mercato in corso.

Mario Sampirisi 6,5 Il capitano della prima storica promozione aiuta la causa con tre reti e con tante ottime prestazioni di grande attenzione ed esperienza. Addirittura meglio da terzo difensore che non da esterno. L’unica sbavatura quando concede l’angolo da cui nasce il gol del Pisa nella finale d’andata, ai fini del risultato finale però non pesa.

Luca Marrone 6 Emerge nel momento topico della stagione, con ottime prestazioni ai playoff andando anche a segnare il momentaneo 3-3 che stronca le resistenze del Pisa nella finale di ritorno, ma la sua stagione è costellata da qualche errore di troppo. Quando ha spazio per impostare mostra le sue capacità, ma nell’uno contro uno non è sempre efficace.

Gabriel Paletta 7 Se stesse sempre bene, sarebbe titolare indiscusso nel ruolo. L’età avanza, ma si nota solamente negli infortuni (e nei tempi di recupero): in campo è un professore della difesa che dispensa insegnamenti a compagni e avversari.

Pedro Pereira 5,5 L’esterno ex Crotone si fa notare per i polmoni e la corsa, ma anche per i cross costantemente sparati sulle ginocchia degli avversari. Deve migliorare questo aspetto tecnico fondamentale per un giocatore inserito in un sistema che punta molto sulle fasce.