Secondo la Litecoin Foundation, il mining sta diventando sempre più difficile

I problemi di mining del Litecoin hanno raggiunto un altro livello massimo, arrivando a sfiorare i 18 milioni di hash, come indicato da un post della Litecoin Establishment sul sito di informazioni sul mercato della criptovaluta, coinmarketcap.com.

I problemi di estrazione stimano il numero tipico di hash che ci si aspetta per “sistemare” un blocco. Gli scavatori di Litecoin si sfidano creando hash arbitrari per trovarne uno inferiore all’obiettivo fissato dal calcolo di mining dell’organizzazione. Chi ottiene questo risultato computazionalmente elevato aggiungerà un altro blocco alla blockchain di Litecoin e si procurerà un premio.

Ti piacciono le crypto e vuoi cominciare a fare trading? Sulla piattaforma di eToro puoi scambiare oltre 60 diverse criptovalute!

La criptovaluta, a volte chiamata “argento informatico”, ha anche un’occasione di “dimezzamento” non troppo lontana. Quando Litecoin è stato lanciato nel 2011, i miners ricevevano 50 litecoin (LTC) per l’effettivo mining di un blocco. Questo premio (chiamato “sponsorizzazione”) viene diviso ogni 840.000 blocchi (generalmente come un orologio). La terza divisione avverrà nel 2023 e ridurrà l’attuale stanziamento di 12,5 LTC a 6,25 LTC.

Il costo di LTC si mantiene costante, scambiando a 68,04 dollari. Tuttavia, mercoledì il prezzo di LTC ha subito un’impennata del 13% in un solo giorno, molto probabilmente a causa della dichiarazione del colosso delle rate MoneyGram, secondo cui i suoi clienti statunitensi possono acquistare, vendere e detenere LTC, bitcoin (BTC) ed ether (ETH) nell’applicazione portatile MoneyGram.