Mesi dopo aver raccolto 200 milioni di dollari, gli ingegneri di Helium suggeriscono di passare il sistema alla rete Solana

I creatori del sistema di comunicazione decentralizzato Helium hanno consigliato di spostare l’intero sistema su Solana, adducendo come giustificazione una maggiore compatibilità con altri sistemi blockchain, migliori tassi di transazione e tempi di attività.

Le monete native HNT, IoT, DC e MOBILE della piattaforma Helium, così come tutte le monete, l’amministrazione e la finanza basate su Helium, sono state suggerite per essere spostate sulla rete Solana. Secondo gli ingegneri, questa azione aiuterebbe a scalare il sistema Helium, che ha recentemente superato 1 milione di “hotspot”.

Secondo gli ingegneri, Helium verrebbe utilizzato anche con le altre iniziative di Solana, come lo smartphone Solana Saga, ampliando le sue potenziali applicazioni.

Secondo i suoi creatori, la rete Solana enfatizza l’importanza della durata e dell’efficienza” e “non scende a compromessi con la sicurezza o la sostenibilità”. Ma Solana ha già avuto problemi di operatività.

Ti piacciono le crypto e vuoi cominciare a fare trading? Sulla piattaforma di eToro puoi scambiare oltre 60 diverse criptovalute!

Un meccanismo di lavoro rivoluzionario chiamato “Proof of Coverage” (PoC) è utilizzato dalla blockchain Helium per confermare che gli hotspot sono situati dove dicono di essere. In altre parole, il PoC mira a verificare che gli hotspot descrivano realmente il loro indirizzo e la disponibilità di rete wireless che producono da quell’area.

In cambio di incentivi HNT, gli hotspot consentono a chiunque di possedere e gestire una connessione wireless per dispositivi IoT a bassa potenza, offrendo al contempo connettività ai gadget che utilizzano Helium LongFi.

Tuttavia, poiché il PoC è un programma che richiede molto tempo, i creatori di Helium hanno suggerito di abbandonare questo metodo e di passare a Solana. Si sostiene che le specifiche della blockchain consentano al sistema Helium di “diventare notevolmente più semplice” e di essere abilitato su Solana con tale passaggio.

L’offerta arriva mesi dopo che Tiger Global e FTX Ventures, che hanno fatto il loro ingresso tra i precedenti investitori Multicoin Capital e a16z, hanno condotto a febbraio un round di raccolta di 200 milioni di dollari di Serie D per Helium, per un valore di 1,2 miliardi di dollari. Ciascuna di queste società ha già impegnato diverse centinaia di milioni di dollari nella rete Solana.