L’oro scende ai minimi di un mese a causa della valuta forte e dell’aggressività di Powell

Lunedì il valore dell’oro è sceso ai minimi di un mese. L’impegno del presidente della Fed Reserve Jerome Powell a mantenere una strategia economica forte per ridurre l’inflazione ha indebolito l’attrattiva del metallo a rendimento zero e rafforzato il dollaro.

L’indice del dollaro ha raggiunto i massimi di due decenni, rendendo l’oro acquistato in dollari più costoso per gli acquirenti stranieri.

Secondo Matt Simpson, specialista senior del settore presso City Index, il movimento dell’oro è rallentato e, anche se prima o poi ci saranno movimenti di rifugio sicuro, gli operatori sono attualmente concentrati sull’aumento dei tassi di interesse.

Powell ha dichiarato, in una dichiarazione di apertura del simposio di Jackson Hole di venerdì scorso, che la Fed continuerà ad aumentare i tassi di interesse per combattere l’inflazione, anche se ciò dovesse comportare una sofferenza per i consumatori e le aziende.

Clicca qui per aprire un conto demo eToro e imparare a fare CFD Trading>>>è gratis

I mercati stanno scambiando un aumento dei prezzi di 75 punti percentuali alla riunione di settembre della Federal Reserve.

Anche i regolatori della Banca Centrale Europea si sono espressi a favore di un aumento significativo dei tassi il mese successivo, anche se i rischi di crisi sono in agguato.

Sebbene l’oro sia una copertura contro i rischi economici, l’aumento dei tassi d’interesse fa lievitare il costo potenziale della custodia del metallo.

Secondo il vicepresidente Sugandha Sachdeva (Religare Broking), una volta che il settore avrà assorbito la realtà che i tassi d’interesse rimarranno alti per un certo periodo di tempo, l’attenzione si sposterà sulla flessione economica indotta dai rialzi, che dovrebbe mantenere i prezzi dell’oro.