KQuasars ha lanciato una nuova serie di NFT astronomici

KQuasars presenta la sua ultima serie di NFT astronomici.

Dopo aver studiato con importanti scienziati, incontrato il team del CERN e seguito da vicino il lavoro di LIGO.

Kay Quattrocchi sta lavorando a un produttore di buchi neri e quasar con suo figlio Harrisson Bordjel e Sander Sturing.

Kay sta impiegando le tecnologie più recenti per esaminare i legami tra scienza, arte, spazio, tempo e consapevolezza, a cui è da tempo interessata.

KQuasars è la prima serie di NFT prodotta a St. Barth e sono felici di aprire la strada alle NFT sull’isola, mettendo a frutto gli ideali che hanno guidato il loro lavoro in un altro campo.

Kay Quattrocchi è un’artista multimediale, pittrice e scultrice del dopoguerra. Ha dedicato molto tempo alla creazione di collezioni che esaminano argomenti astronomici direttamente rilevanti per gli utenti.

Ti piacciono le crypto e vuoi cominciare a fare trading? Sulla piattaforma di eToro puoi scambiare oltre 60 diverse criptovalute!

Oltre al rigore formale della pittura d’arte, influenzato dalle ultime scoperte scientifiche che svelano alcuni dei misteri dell’universo, il suo lavoro “permette alle menti di sperimentare il grande piacere di essere lì e di tentare di comprendere noi stessi e la nostra vita”.

Ha trascorso anni a ricercare l’impossibile e l’incredibilmente piccolo come una chiaroveggente naturale che percepisce il regno invisibile, ma confida fortemente nella scienza.

Mentre il resto dell’universo la segue e sposta la sua attenzione su un metaverso, lei stabilisce la sua impronta nell’arena NFT usando questa ultima tecnologia per esprimere il suo fascino di lunga data con il mondo.

I suoi KQuasar sono opere d’arte numeriche che nascono dal cuore e dall’intelligenza individuale, come dimostrano i colori, le forme e i movimenti, nonché il legame tra luce e ombra, che genera un legame emotivo.