In India ci sono 115 milioni di investitori in criptovalute e la cifra è in aumento

Le persone reagiscono alle cose in modi diversi. Alcune persone aderiscono immediatamente al leader e alle norme, mentre altre dissentono o si ribellano silenziosamente a regolamenti, restrizioni e norme.

Una situazione identica si presenta in India, dove l’ultima indagine ha rivelato che lo Stato conta circa 115 milioni di investitori in valuta virtuale. Questi trader si sono dedicati alle valute virtuali o intendono farlo a breve, e una grande percentuale di questi utenti ha un’età compresa tra i 18 e i 60 anni.

A prescindere dalle preoccupazioni degli abitanti dell’India per l’elevata aliquota fiscale sulle valute virtuali e per il controllo totale dello Stato sulle criptovalute, i dati acquisiti da Kucoin raccontano una storia diversa.

Ti piacciono le crypto e vuoi cominciare a fare trading? Sulla piattaforma di eToro puoi scambiare oltre 60 diverse criptovalute!

Secondo il Cryptoverse India Report, oltre il 54% degli indiani intende aumentare i propri investimenti in asset digitali nei prossimi 6 mesi.

È interessante notare che la frenesia degli investimenti continua nonostante il forte calo dell’attività di trading, che ha portato al trasferimento della maggior parte delle piattaforme di valute virtuali all’estero.

A causa dell’inutile commercio di moltissimi token Ponzi, lo Stato indiano ha adottato una posizione dura nei confronti delle valute virtuali. C’è ancora un forte desiderio di investire nelle blockchain, e l’India ha ora bisogno di quella appropriata per fornire il valore che i suoi cittadini desiderano.