Huobi collabora con Astropay per effettuare pagamenti in Fiat in America Latina

Huobi punta ad attirare maggiormente i clienti dell’America Latina che cercano di entrare per la prima volta nel settore dei bitcoin. Il principale exchange di criptovalute ha annunciato la collaborazione con Astropay, una società di elaborazione dei pagamenti, per consentire ai clienti dell’America Latina di acquistare criptovalute con denaro fiat in determinate nazioni.

I consumatori dovranno utilizzare il portafoglio di Astropay per acquistare le attività, che saranno disponibili in paesi come Brasile, Uruguay, Perù, Messico, Colombia e Cile. L’azienda ha dichiarato che potranno essere accettate diverse opzioni di pagamento, come carte di credito e di debito e bonifici bancari. Verranno offerte soluzioni regionali come Pix in Brasile e SPEI in Messico.

L’obiettivo dell’azienda è fornire un servizio migliore al crescente numero di clienti della zona. Secondo Lily Zhang, CFO di Huobi Global, l’America Latina ha una popolazione giovane e dinamica che è entusiasta del business delle criptovalute, e abbiamo visto un aumento sostanziale del numero di potenziali clienti di Huobi Global provenienti da quest’area.

Ti piacciono le crypto e vuoi cominciare a fare trading? Sulla piattaforma di eToro puoi scambiare oltre 60 diverse criptovalute!

Inoltre, Zhang ha dichiarato che l’azione dell’azienda ha lo scopo di rendere “l’acquisizione e lo scambio di beni virtuali un’esperienza sicura, efficiente e gioiosa per tutti”.

Questo progetto contrappone Huobi alle borse regionali e alle offerte P2P, che hanno un vantaggio nell’attrarre i consumatori perché accettano metodi di pagamento regionali. La disponibilità di pagamenti internazionali o con carte di credito in dollari è difficile in paesi come il Venezuela, il che estende la portata di mercati come Binance P2P, che consente ai venezuelani di acquistare criptovalute utilizzando la loro valuta fiat. Anche l’Argentina ha subito restrizioni sui cambi, che possono aver influito sull’accessibilità del contante straniero.

Nonostante questi problemi, alcuni Paesi dell’America Latina sono tra i primi 20 in termini di adozione del Bitcoin, secondo una nuova ricerca di Chainalysis. Il Brasile è al settimo posto, mentre sono rappresentati anche Paesi come l’Argentina.