Sony lancia dispositivi indossabili con motion capture per il metaverso

Sony Japan ha presentato Mocopi, set di sensori di tracciamento del movimento indossabili, per metaverso o piattaforme di realtà virtuale e aumentata.

Sony Japan ha presentato Mocopi, un set di sensori di tracciamento del movimento indossabili, che catturano i movimenti degli utenti e li riproducono tramite avatar virtuali sul metaverso o su piattaforme di realtà virtuale e aumentata.

In breve

  • Mocopi dispone di sei fasce che l’utente può indossare su caviglie, polsi, testa e fianchi.
  • Dovrebbe essere dotato di una propria applicazione per smartphone e un kit di sviluppo software.
  • Sony ha scritto nel suo comunicato stampa: “Mocopi crea misurazioni del movimento estremamente accurate tramite un numero limitato di sensori, liberando VTuber e creatori coinvolti nella produzione di film e animazioni da vincoli di tempo e luogo”.
  • I VTuber, che è l’abbreviazione di “streamer virtuali di YouTube”, sono appunto streamer Internet famosi in Giappone che offrono intrattenimento online, utilizzando avatar virtuali.
  • “Idoli virtuali” come Vocaloid sono stati molto popolari a partire dalla metà degli anni 2000 e hanno influenzato i Vtuber moderni come Gawr Gura, che ha 4,2 milioni di iscritti su YouTube.
  • Mocopi arriverà sul mercato giapponese alla fine di gennaio 2023 a un costo di 49.500 yen giapponesi (357 dollari).

Gli esperti pensano che questa crypto metaverso in prevendita potrebbe esplodere il prossimo anno

Il metaverso è un settore nel quale le aziende di tutto il mondo stanno investendo enormemente. Nel 2022 gli investimenti in capitale di rischio dovrebbero raggiungere i 12 miliardi di dollari nel settore dei giochi crypto. Uno dei progetti nati da poco ma che si sta già imponendo all’attenzione è RobotEra.

Sebbene si sia assistito a un costante bear market delle criptovalute per tutto il 2022, molti investitori sono ancora ottimisti sul fatto che il mercato cambierà direzione, per cui stanno cercando di investire in nuovi progetti prima del prossimo ciclo.

Una delle nuove altcoin più attese nello spazio dei giochi blockchain è RobotEra, una piattaforma di gioco del metaverso destinata a essere la prossima The Sandbox. Il token nativo di RobotEra, TARO, è in prevendita e ha raccolto finora oltre $ 300.000.

Cos’è RobotEra?

RobotEra è un gioco metaverso basato su NFT, che mette insieme costruzione di mondi, trading NFT e un play-to-earn.

Mentre giocano con RobotEra, gli utenti possono accedere al pianeta Taro che si estende su sette continenti, ed esplorare, creare e costruire un numero infinito di oggetti attraverso il suo metaverso.

Il gioco ha il seguente scenario: Taro è un mondo digitale che ha affrontato un recente cataclisma, dove gruppi di robot si sono scontrati con gli aborigeni in una guerra. Il mondo attuale viene ricostruito dai robot, che mirano a riunire membri della comunità per creare una nuova civiltà.

Per aiutare gli utenti a navigare nel mondo virtuale e mantenere l’economia di gioco, RobotEra sfrutta TARO, un protocollo ERC-20 che funge da criptovaluta nativa.

Avatar NFT unici su RobotEra

Costruita sulla blockchain di Ethereum, la piattaforma multiverso condivisa di RobotEra integra diversi protocolli NFT (token non fungibili) che aiuteranno i giocatori all’interno del metaverso.

Robot NFT

Una delle parti principali di questo ambiente virtuale sono i robot, avatar 3D mintati come NFT sulla blockchain di Ethereum. Creati tramite smart contract ERC-721, i robot rappresentano il personaggio avatar di ogni utente all’interno del pianeta Taro.

Il whitepaper RobotEra afferma che ci saranno un totale di 10.000 robot nella raccolta NFT. Come visto con altre collezioni del genere, in edizione limitata, come il Bored Ape Yacht Club (BAYC), il valore può aumentare nel tempo con l’aumento della domanda.

All’interno del Pianeta Taro, i robot appartengono a sette diverse fazioni che seguono diverse ideologie. Le fazioni includono Guardian Song, Justice League e Desire Paradise: secondo la storia del gioco queste hanno stretto un patto tra loro per non entrare in conflitto e unificarsi per ricostruire il pianeta Taro.

I Robot NFT possono essere acquistati tramite TARO sul marketplace di RobotEra.

NFT Land

Simile ad alcune delle migliori criptovalute metaverso come The Sandbox (SAND) e Decentraland (MANA), RobotEra offrirà proprietà immobiliari virtuali sotto forma di NFT Land. Il Pianeta Taro presenta 7 continenti, costituiti da diversi terreni, ciascuno con le proprie caratteristiche.

Su ogni continente è possibile fare delle estrazioni per ottenere risorse uniche: i giocatori possono esplorare una varietà di regioni: colline, deserti, foreste, isole e altro ancora.

Dopo che i giocatori sono entrati nel pianeta con i loro robot, possono acquistare terreni nei continenti che esplorano. La terra viene mintata come NFT e può essere acquistata, venduta, scambiata e persino affittata all’interno dell’ecosistema. Gli utenti possono costruire un numero infinito di progetti acquistando appezzamenti di terreno e persino interagire con gli NFT al di fuori dell’ambiente RobotEra.

Funzionalità di gioco

All’interno di RobotEra, i giocatori hanno l’opportunità di costruire e creare la propria terra. C’è completa libertà su ciò che un utente può fare e, per l’esattezza, i robot possono costruire qualsiasi cosa, dalle ville alle piscine, fino alla raccolta e produzione di energia.

Dopo aver acquistato il terreno, i giocatori possono fare delle estrazioni dai loro appezzamenti, per raccogliere risorse naturali e minerali che si trovano in grandi quantità sui pianeti. Gli utenti possono anche creare robot compagni NFT che aiutano il robot di un utente a costruire e creare nuovi oggetti all’interno del pianeta Taro. Attraverso lo strumento Robot Editor, invece, gli utenti possono personalizzare e creare nuove skin per i loro robot compagni.

Insieme al continente del giocatore, il pianeta Taro ospiterà un continente pubblico, ricco di risorse rinnovabili che potranno essere raccolte dagli utenti.

Importante anche la funzione che può consentire ai giocatori di generare entrate attraverso gli alberi sacri: la storia del pianeta Taro racconta infatti che i robot appena nati sul pianeta hanno trovato sette diversi alberi sacri viaggiando attraverso i continenti.

I giocatori della stessa fazione possono visitare l’Albero Sacro disponibile nella loro Central City ed estrarre risorse rare e materie prime. Inoltre, questo elemento consentirà occasionalmente ai membri della fazione di ottenere token TARO, fonte di reddito per i giocatori.

Secondo la roadmap di RobotEra, la piattaforma mira a implementare molteplici dinamiche di gioco per creare guadagni a lungo termine. I giocatori potranno competere per le ricompense completando le missioni e partecipando a delle gare.

All’inizio del 2023 è previsto anche il lancio di un protocollo di realtà virtuale e aumentata, per modificare l’esperienza dell’utente.

Staking di token TARO

A parte i casi d’uso all’interno del pianeta Taro, il token TARO consente ai giocatori di fare staking per guadagnare: una fonte di reddito passivo che può aumentare le entrate generate dal gioco RobotEra.

Nella roadmap è prevista anche la creazione di una DAO, quindi i giocatori possono votare e prendere decisioni sulle dinamiche del gioco.

Poiché nessuna autorità centralizzata controllerà il metaverso di RobotEra, la DAO integrerà il processo decisionale riunendo una comunità di utenti; i giocatori possono anche scegliere di diventare manager, decisione approvata tramite una votazione dei membri della DAO. I manager saranno responsabili delle rispettive fazioni e prenderanno decisioni sul futuro dell’organizzazione.

Taro è attualmente in prevendita

Per poter sfruttare le funzionalità del metaverso di RobotEra, gli investitori possono prendere parte alla prevendita del token TARO, attualmente in corso.

Dal whitepaper di RobotEra si evince che TARO ha una fornitura totale di token pari a 1,8 miliardi. 270 milioni di token sono stati assegnati equamente nelle tre fasi di prevendita: durante la prima fase in corso, TARO ha un valore di $ 0,02 e i token a disposizione sono 90 milioni.

Il prezzo salirà rispettivamente a $ 0,025 e $ 0,032 durante le fasi due e tre della prevendita. RobotEra ha fissato un obiettivo di prevendita di 6,93 milioni di dollari.

Al termine della prevendita, il token sarà listato sugli exchange di criptovalute. Il progetto è stato verificato da CoinSniper, lo smart contract visionato e approvato da SharkTeam.

Chi è interessato può anche unirsi alla chat di gruppo di Telegram per rimanere aggiornato con le novità e gli sviluppi relativi a questo token in prevendita.

I.P.