Previsioni sul prezzo dell’argento: XAGUSD supera i 20,00 dollari, registrando il più grande guadagno settimanale da agosto 2020

Il calo dei rendimenti del Tesoro USA danneggia il dollaro e aumenta il prezzo dell’oro. Il prezzo dell’argento registra il primo aumento settimanale delle ultime nove settimane, con un incremento del 9%. I funzionari della Fed sono ottimisti su un atterraggio morbido, ma ammettono che sono necessari altri aumenti dei tassi.


Il prezzo del metallo bianco è stato mantenuto a circa 20,25 dollari, in rialzo dello 0,11% al momento in cui scriviamo, dai commercianti XAUUSD che hanno scelto di ignorare le informazioni. In questo modo il metallo bianco si avvia a concludere la settimana con un guadagno di quasi il 9%.


Nonostante i dati sull’inflazione statunitense siano aumentati più del previsto, in particolare il PCE, l’indicatore dell’inflazione preferito dalla Fed, ha superato le aspettative, il prezzo dell’argento è salito per quattro giorni consecutivi, superando oggi la soglia dei 20 dollari dal 5 luglio. Su base annua, è aumentato marginalmente del 6,8% rispetto alle aspettative degli analisti del 6,7%.

Clicca qui per aprire un conto demo eToro>>>subito per te 100mila euro per fare pratica nel forex trading


Secondo i dati del Dipartimento del Commercio degli Stati Uniti, a giugno la spesa pubblica individuale è aumentata dell’1% al mese, oltre le aspettative di un aumento dello 0,9%.


I mercati globali continuano a scambiare in modo favorevole, mostrando una forte prospettiva. In tarda mattinata, l’Università del Michigan ha pubblicato l’ultima stima dell’indice del sentimento dei consumatori per il mese di luglio, che è aumentato di 51,5, al di sopra delle aspettative. Le stime dell’inflazione americana su un orizzonte di cinque anni sono aumentate dal 2,8% (preliminare) al 2,9% nello stesso sondaggio, ma sono ancora inferiori ai dati di maggio.


Nonostante il PIL avanzato di giovedì sia stato inferiore alle attese e abbia registrato un -0,9% nel secondo periodo, Bostic ha dichiarato di non ritenere che gli Stati Uniti siano in una fase di recessione. Raphael Bostic, presidente della Fed di Atlanta, ha dichiarato che la Fed “dovrà spingersi oltre in termini di aggiustamenti degli investimenti” durante la sessione di New York. Secondo Christopher Waller, nel frattempo il mercato del lavoro potrebbe registrare un “atterraggio morbido”.