Nuri, una borsa di criptovalute tedesca, ha presentato istanza di fallimento

Secondo un documento del tribunale, il crypto exchange Nuri GmbH ha dichiarato bancarotta a Berlino.

La rete, precedentemente nota come Bitwala, è stata fondata nel 2015.

Nuri ha dichiarato di aver preso questa decisione a causa della svendita del settore delle criptovalute e della caduta di Celsius Network.

Negli ultimi 9 mesi, il prezzo del bitcoin (BTC) è crollato da 69.000 dollari a 17.000 dollari, con alcune importanti aziende del settore che lottano per rimanere in vita. Recentemente, il Bitcoin era scambiato a 23.000 dollari.

A luglio Three Arrows Capital ha dichiarato la propria insolvenza, seguita da Celsius e Voyager Digital.

Secondo Reuters, i clienti di Nuri possono ancora accedere ai loro depositi.

Ti piacciono le crypto e vuoi cominciare a fare trading? Sulla piattaforma di eToro puoi scambiare oltre 60 diverse criptovalute!

Nuri ha attribuito la sua scomparsa alla svendita delle criptovalute e al fallimento del prestatore di criptovalute Celsius.

Secondo l’azienda, queste ragioni, unite all’epidemia di coronavirus, all’incertezza finanziaria e politica causata dalla guerra della Russia con l’Ucraina e alla riduzione dei finanziamenti, hanno avuto un impatto.

Nuri è la più recente borsa di criptovalute colpita dal mercato ribassista.

Zipmex ha recentemente vietato le transazioni a causa di problemi di liquidità.

Ma non tutte le speranze sono svanite: le società di criptovalute con maggiori risorse finanziarie si sono mosse per acquistare i rivali in crisi.

Il mese scorso FTX ha accettato di acquistare il prestatore in difficoltà BlockFi per una cifra fino a 240 milioni di dollari e in precedenza aveva accettato di acquistare Bitvo e Embed Financial.