Mark Cuban è stato citato in giudizio per aver pubblicizzato un enorme “schema Ponzi” di criptovalute

Una causa civile è stata presentata contro Mark Cuban e Steven Ehrlich presso il tribunale del distretto meridionale della Florida.

Secondo la causa civile, Cuban ha detto che durante un incontro con i media per i Dallas Mavericks, “dove ha fermamente sostenuto e lodato la collaborazione tra la sua azienda e le persone accusate di Voyager”.

Secondo i querelanti, il conduttore di Shark Tank “ha definito con coraggio come avrebbe assistito individualmente e in modo sostanziale l’espansione della durata e dell’esistenza della rete ingannevole di Voyager per coloro che dispongono di denaro e competenze limitati”.

Secondo la causa civile, Cuban “ha definito pubblicamente la Rete Voyager Ingannevole come la più vicina all’assenza di rischi che si possa trovare nel mondo delle criptovalute”.

Il proprietario dei Dallas Mavericks ha dichiarato di essere addirittura entusiasta del fatto di aver investito i suoi fondi nel Misleading Voyager Network per incoraggiare ulteriormente i singoli investitori a seguire le sue orme.

Ti piacciono le crypto e vuoi cominciare a fare trading? Sulla piattaforma di eToro puoi scambiare oltre 60 diverse criptovalute!

Secondo i denuncianti, “la rete ingannevole di Voyager si basa su pretese erronee, su false dichiarazioni ed è particolarmente intesa a trarre vantaggio dagli investitori che utilizzano le app mobili per collocare i loro beni in modo ingiustificato, non sicuro e fuorviante”.

Voyager Digital ha dichiarato l’insolvenza il mese scorso, citando “le fluttuazioni e il contagio sostenuti nel mercato delle criptovalute negli ultimi tempi, nonché l’inadempienza di 3AC su un debito della società”.

La FDIC e il Federal Reserve System hanno recentemente intimato a Voyager di smettere di fare dichiarazioni false sulla sua posizione di assicurazione dei depositi FDIC.