L’oro aumenta grazie al calo della valuta e bilancia l’aumento dei rendimenti obbligazionari

L’aumento dei rendimenti dei Treasury statunitensi, in seguito alle opinioni da falco dei membri della Federal Reserve sui rialzi dei tassi di interesse, è stato compensato da un guadagno dei prezzi dell’oro mercoledì a causa dell’indebolimento del dollaro e delle relazioni sino-americane.

Alle 03:09 GMT, il prezzo dell’oro è aumentato dello 0,4% a $1.766,59 per oncia. Martedì il metallo ha raggiunto un massimo di quasi un mese a $1.787,79 prima di scendere dello 0,6% a fine giornata. I futures sull’oro statunitense sono invece scesi dello 0,5% a 1.780,80 dollari l’oncia.

Il prezzo dell’oro denominato in altre valute è diminuito a causa del calo del dollaro nei confronti dei suoi rivali, che è stato dello 0,2% dopo essere aumentato dello 0,8% durante la notte.

“L’oro ha cercato di attraversare una linea di resistenza tra 1.785 e 1.790 dollari durante la notte, ma è stato respinto. Inoltre, i mercati sono diventati un po’ meno fiduciosi sul fatto che la Fed invertirà la sua politica di inasprimento”, ha dichiarato Ilya Spivak, esperto di valute di DailyFX.

“I problemi geopolitici rendono l’oro più appetibile, quindi dobbiamo tenere d’occhio anche Taiwan”, ha concluso.

Martedì scorso, un trio di responsabili politici della Fed ha indicato che lo sforzo di inasprimento per contenere la maggiore inflazione dagli anni ’80 non verrà interrotto, nonostante il fatto che così facendo i tassi di interesse aumenterebbero a un livello che rallenterebbe in modo più significativo la crescita economica.

Clicca qui per aprire un conto demo eToro e imparare a fare CFD Trading sull’oro>>>è gratis

In seguito a questi commenti, il rendimento del Treasury decennale di riferimento è salito al 2,774% durante la notte e si è aggirato intorno al 2,71% durante la sessione asiatica.

Nonostante l’oro sia considerato una copertura contro l’inflazione, il fascino del metallo non redditizio sta diminuendo a causa dell’aumento dei tassi d’interesse statunitensi.

L’SPDR Gold Trust, uno dei più grandi fondi negoziati in borsa sostenuti dall’oro, ha registrato martedì un calo delle partecipazioni dello 0,3% a 1.002,97 tonnellate, segno di una certa emozione.

Il presidente della Camera dei Deputati Nancy Pelosi (D-CA) ha parlato al parlamento di Taiwan mercoledì e dovrebbe incontrare il presidente Ma Ying-jeou e i sostenitori dei diritti umani durante un viaggio nell’isola che ha irritato Pechino. Il presidente della Camera Pelosi

I prezzi dell’argento a pronti sono scesi dello 0,2% a 19,91 dollari l’oncia, mentre quelli del platino sono aumentati dello 0,2% a 895,52 dollari e quelli del palladio dell’1,2% a 2.087,66 dollari.