L’euro continua a guadagnare punti contro il dollaro americano e tocca il limite di 0,9950

L’euro è salito durante gli scambi di venerdì in prima serata negli Stati Uniti, con la coppia che ha raggiunto i massimi di seduta a 0,9960 fino a questo momento. Il contante standard ha cancellato le disgrazie degli ultimi quattro giorni con una straordinario risultato giornaliero del 2,2%, diventando positivo sul diagramma settimana dopo settimana.

Il biglietto verde ha accelerato la sua tendenza al ribasso di recente, dopo l’arrivo del rapporto economico di ottobre. Le informazioni sui libri paga non agricoli hanno battuto le previsioni con un dato di 261.000 unità, superando l’accordo delle 200.000 unità, e con il record di settembre che è stato modificato in 315.000 unità da 264.000.

Clicca qui per aprire un conto demo eToro e imparare a fare CFD Trading>>>è gratis

Inoltre, il tasso di disoccupazione è salito al 3,7%, dal 3,5% di settembre, e l’espansione delle retribuzioni è scesa al 4,7% dal 5%. Queste indicazioni hanno riportato in auge l’ipotesi di un ulteriore lento rialzo dei tassi a dicembre, facendo crollare in ogni caso il dollaro USA.

Gli esperti monetari di Rabobank rimangono negativi sulla coppia e mantengono la loro prospettiva di un ulteriore ribasso verso 0,9500: “Riteniamo che l’euro non sia del tutto stimato per i venti contrari che si stanno confrontando con l’economia dell’Eurozona. Continuiamo a vedere la scommessa di un calo di EURUSD a 0,95 nelle prossime settimane e vediamo il potenziale per l’EUR di rimanere più fragile più a lungo rispetto all’USD”.