Il settore delle criptovalute è in apprensione mentre il Bitcoin oscilla vicino al livello chiave di 20.000$.

Le recenti notizie sul settore delle criptovalute dicono che i mercati sono stati volatili in questo specifico settore. Questo lunedì è stato registrato un aumento del valore del Bitcoin, che ha chiaramente fatto impressione, considerando che l’intero valore di mercato è diminuito in modo significativo nelle ultime settimane. Il Bitcoin è uno di quelli che è pressoché crollato ad una quotazione di 20.000$, lasciando investitori e potenziali sottoscrittori in preda al panico.

Questo panico, se non fosse stato tutto sommato contenuto, avrebbe creato un problema ancor più grande, in quanto il valore sarebbe potuto crollare a un livello inferiore. Ovviamente, ha causato pesanti perdite a molti investitori. In generale, questo mese il Bitcoin ha perso circa il 37% del suo valore e circa il 57% quest’anno. Nel fine settimana è sceso a 20.000$ e l’ultima volta che il Bitcoin ha raggiunto questo valore è stato nel dicembre del 2020, quasi due anni fa. Si dice che ulteriori cali possano suscitare una reazione a catena, perché altri investitori saranno costretti a vendere le proprie quote nella valuta per coprire le perdite e soddisfare le esigenze di margine.

Celsius, la rete con sede negli Stati Uniti, incolpa l’improvviso crollo di TerraUSD, la stable coin che ha portato alla sospensione dei prelievi e che è la causa di molti problemi finanzitari che il settore ha dovuto fronteggiare.

Lunedì, il Bitcoin si è assestato a 20.000$ come quotazione più alta, seguito da Ethereum a 1.075$, anch’esso sceso sotto la soglia critica di 1.000$ nel fine settimana.