Il CAD continua a deprimersi contro l’USD con un valore di 1,3700 a seguito del rapporto sul lavoro dell’USD

La coppia di design CAD/USD lotta per trarre profitto dai vantaggi registrati nelle ultime due sessioni di trading e subisce una certa tensione di vendita venerdì. La coppia rimane scoraggiata durante la metà principale della riunione europea e si posiziona, per ora, vicino al minimo giornaliero, semplicemente sopra la soglia di 1,3700.

Il dollaro statunitense si ritira dall’area dei massimi settimanali nel bel mezzo di un riposizionamento del cambio in vista delle informazioni sull’occupazione mensile negli Stati Uniti. Il dollaro canadese, invece, è sostenuto dai commenti falsi a breve termine del rappresentante della Banca del Canada, Altercation Macklem, e dalla nuova corsa rialzista dei costi del petrolio non raffinato. Questo, quindi, è visto applicare una minore pressione sulla coppia di design CAD/USD, tuttavia, lo svantaggio sembra essere imbottito, fino a nuovo avviso.

Clicca qui per aprire un conto demo eToro e imparare a fare CFD Trading>>>è gratis

La scelta dell’OPEC+ di tagliare la produzione di circa 2 milioni di BPD – la più grande diminuzione dai tempi della pandemia di Coronavirus del 2020 – continua a fungere da vento di coda per il fluido scuro. Tutto sommato, le preoccupazioni che un crollo finanziario mondiale più profondo possa scalfire le richieste di carburante mantengono una copertura su qualsiasi ulteriore guadagno. Inoltre, le possibilità di una strategia più incisiva da parte della Fed dovrebbero limitare le disgrazie per il biglietto verde e aiutare la coppia di design CAD/USD.

In effetti, i settori economici sembrano convinti che la banca nazionale statunitense continuerà ad aumentare i tassi a una velocità più rapida per controllare l’espansione e hanno stimato un’altra espansione sovradimensionata di 75 punti base a novembre. Le scommesse sono state riaffermate dai nuovi commenti da falco di diverse autorità della Fed, che hanno mantenuto un forte aumento dei rendimenti dei titoli di deposito statunitensi. Questo, insieme ai timori di una flessione, sostiene la possibilità di un aumento degli acquisti a pioggia intorno al dollaro rifugio.