Annullata la condanna dell’ex trader di Deutsche Bank nell’ambito dell’inchiesta sul Libor negli Stati Uniti

Dopo che una corte d’appello aveva annullato i verdetti di due ex colleghi contro cui aveva testimoniato, venerdì un giudice statunitense ha annullato la condanna di un ex trader di Deutsche Bank AG DBKGn.DE per aver tentato di influenzare il parametro di riferimento globale per i prestiti Libor.

Per favorire gli “interessi della giustizia”, il giudice distrettuale statunitense Paul Engelmayer, a Manhattan, ha accolto la richiesta di Timothy Parietti di annullare la sua dichiarazione di colpevolezza e la sentenza di condanna e di ordinare al governo di restituire la multa di 1 milione di dollari.

L’accusa non si è opposta alla mozione. Parietti, 56 anni, ha finito di scontare un periodo di libertà vigilata di 3 anni.

L’ex capo del desk di trading sui derivati dei mercati finanziari di New York della Deutsche Bank ha ammesso l’intenzione di commettere frodi telematiche e bancarie in un accordo di patteggiamento del maggio 2016.

Dal 2006 al 2008, secondo l’accusa, Parietti ha manipolato il Libor (acronimo di London Interbank Offered Rate) per aumentare la redditività delle sue operazioni.

Secondo i documenti del tribunale, gli ex trader di Deutsche Bank Matthew Connolly e Gavin Black sono stati arrestati e accusati di manipolazione del Libor nell’ottobre 2018 con l’aiuto di una “sostanziale” collaborazione da parte di Parietti.

Clicca qui per aprire un conto demo eToro>>>subito per te 100mila euro per fare pratica nel forex trading

Tuttavia, a gennaio, le condanne sono state annullate dalla Corte d’Appello del 2° Circuito degli Stati Uniti di Manhattan a causa di prove insufficienti.

Pertanto, secondo Engelmayer, non ci sono prove sufficienti per raccomandare la dichiarazione di colpevolezza di Parietti.

Ha poi aggiunto che il patteggiamento ha impedito a Parietti di lavorare nuovamente nel settore finanziario e gli è costato la libertà di voto e altri privilegi nel suo attuale Stato di residenza, la Florida.

Engelmayer ha sostenuto che “Parietti deve essere considerato innocente”. La continuazione della sua condanna sarebbe ingiusta secondo i principi fondamentali della giustizia.

L’avvocato Larry Krantz ha dichiarato: “Il signor Parietti sembra apprezzare il fatto che sia stata fatta giustizia”.

Ben oltre 300.000 miliardi di dollari in carte di credito, mutui e altri prestiti erano un tempo supportati dal Libor prima della sua graduale eliminazione a gennaio.

L’indagine sulle banche sospettate di aver manipolato il Libor ha portato a multe per un totale di circa 9 miliardi di dollari, di cui la Deutsche Bank ha ricevuto la multa più alta, pari a 2,5 miliardi di dollari.