Analisi del FTSE 100: la resistenza psicologica smorza il rally di sollievo

Valutazione strategica del 100

Dopo aver raggiunto brevemente la barriera psicologica di 7.500, l’impennata del FTSE 100 si è affievolita. A parte alcune candele indecise con corpi piccoli e stoppini lunghi, i prezzi sono saliti gradualmente da metà luglio, quando hanno rimbalzato su un’altra ampia zona di supporto.

I prezzi sono ora scambiati al di sopra della media mobile a 10 giorni (M.A.), offrendo un ulteriore livello di supporto intorno al livello 7.452 e trovando supporto e resistenza ai livelli 7.398 (38,2% di ritracciamento) e 7.553 di Fibonacci dal rialzo di giugno.

Il CCI (commodity channel index) è momentaneamente sceso dalla zona di ipercomprato con divergenza, indicando che la ripresa potrebbe esaurirsi mentre i tori tentano di recuperare dal ribasso di giugno.

Clicca qui per aprire un conto demo eToro>>>subito per te 100mila euro per fare pratica nel forex trading

Le mosse dei 100 maggiori rivenditori del Regno Unito
Alla chiusura del mercato europeo nel Regno Unito, le società energetiche hanno guidato il rialzo di circa l’1,65%, mentre i titoli del settore sanitario sono stati il maggior freno dell’indice, in calo di circa il 4,63%.

L’atteggiamento sul FTSE 100

Il rapporto tra i trader che hanno posizioni corte e quelli che sono lunghi è di 2,52 a 1, secondo i dati dei trader al dettaglio. Le posizioni nette lunghe sono in aumento di 11,24 punti percentuali rispetto a ieri e in calo di 4,64 punti percentuali rispetto alla scorsa settimana, mentre le posizioni nette corte sono in calo di 6,57 punti percentuali rispetto a ieri e in aumento di 12,84 punti percentuali rispetto alla scorsa settimana.

Poiché i trader sono net-short, tendiamo ad adottare una posizione contraria alla maggioranza e pensiamo che i prezzi del FTSE 100 aumentino ulteriormente.

Il posizionamento di questa settimana è ancora più net-short di quello della scorsa settimana, sebbene sia meno net-short di ieri. Considerato il clima attuale e gli sviluppi degli ultimi tempi, la nostra inclinazione al trading per il FTSE 100 è anch’essa incerta.