Dall’Ucraina a Monza con una malattia rara: bimba presto operata all’ospedale San Gerardo

Una bambina di 3 anni e 8 mesi affetta da osteogenesi imperfetta è in cura all''ospedale San Gerardo di Monza dopo essere fuggita dall'Ucraina.
MONZA ospedale
L’ospedale di Monza Fabrizio Radaelli

È arrivata dall’Ucraina a Monza con il gesso a una gamba e una malattia rara. Una bambina di nemmeno quattro anni affetta da osteogenesi imperfetta è stata presa in carico dall’ospedale San Gerardo e presto verrà operata per intervenire con cure appropriate che nel suo paese non aveva ancora potuto avere. Poi è scoppiata la guerra e la bimba con la famiglia è stata costretta a scappare.

Bimba Ucraina: La malattia

L’osteogenesi imperfetta è la cosiddetta malattia delle ossa di cristallo: malattia genetica, causa una estrema fragilità che interviene sulla crescita, porta a fratture multiple e microtraumi diffusi.

La bambina, 3 anni e otto mesi, all’inizio del mese di marzo si era fratturata il femore: poi la guerra e la fuga.

Venuto a sapere del suo caso, il presidente dell’Associazione italiana osteogenesi imperfetta (As.It.O.I), Leonardo Panzeri, ha contattato i professionisti del San Gerardo per occuparsi del caso.

Bimba Ucraina Operata: A Monza

In particolare è stato chiamato in causa Andrea Cossio, responsabile dell’Unità semplice di Ortopedia pediatrica, che fa parte della Clinica Ortopedica diretta dal professor Giovanni Zatti, che ha sottoposto la piccola paziente agli esami strumentali che hanno evidenziato la frattura del femore scomposta con esiti mal consolidati di precedenti fratture”, ha fatto sapere l’ospedale.

L’intervento della bimba ucraina al San Gerardo

A breve eseguiremo un delicato intervento di riallineamento dell’asse corretto del femore”, ha spiegato il professionista. I medici interverranno attraverso degli interventi specifici sull’osso “con un chiodo telescopico che permette di proteggere il femore da future fratture garantendo contemporaneamente la possibilità al femore di crescere in maniera corretta”, ha analizzato ancora Cossio.

Il risvolto umano

Non solo la competenza che contraddistingue l’Ospedale San Gerardo anche nel campo delle malattie rare – sottolinea il direttore generale della Asst Monza Silvano Casazzama il risvolto umano dei nostri professionisti nell’accoglienza, soprattutto in una vicenda come questa che vede coinvolta una bambina così piccola. Nel caso dei profughi ucraini rispondiamo curando chi lo necessita, all’interno dei percorsi previsti a livello nazionale e regionale”.

Il libro

Della sua vita con l’osteogenesi imperfetta ha di recente scritto l’arcorese Mattia Muratore nel suo primo libro: laureato in Giurisprudenza, campione di Powerchair Hockey, ha messo tra le pagine le sue esperuenze con ironia e la profondità che l’hanno portato a essere un punto di riferimento nello sport e non solo.