Il WTI scende a 90,00 dollari a causa delle crescenti tensioni tra Stati Uniti e Cina e si attende una riunione dell’OPEC

Il WTI dovrebbe prolungare le sue perdite anche se il DXY è avanzato in modo significativo a causa dell’escalation delle tensioni tra Stati Uniti e Cina.


È possibile che il cartello petrolifero possa determinare un leggero aumento delle forniture mondiali di petrolio. I timori di un rallentamento dell’economia mondiale metteranno sotto pressione i prezzi del petrolio.


Dopo non essere riusciti a mantenersi al di sopra dell’importante barriera dei 95 dollari martedì, i futures del West Texas Intermediate (WTI) al New York Mercantile Exchange (NYMEX) sono scesi rapidamente vicino ai 90 dollari. Con l’acuirsi delle tensioni tra Stati Uniti e Cina, l’indice del dollaro USA è salito, facendo crollare drasticamente il prezzo dell’oro nero (DXY). Si prevede che l’OPEC, riunitasi mercoledì, prometta di immettere una quantità moderata di petrolio nell’offerta globale.

Clicca qui per aprire un conto demo eToro>>>subito per te 100mila euro per fare pratica nel forex trading


Nelle ultime tre settimane il prezzo del petrolio ha oscillato all’interno di un range di 9 dollari, con il ribasso ancora preferito per diverse cause. La probabilità di una recessione è in forte aumento a causa del calo dell’attività industriale in diversi Paesi. Lunedì, il PMI manifatturiero di Caixin, il principale consumatore di petrolio della Cina, è risultato inferiore alle attese a causa del ritorno della Covid-19 a luglio.


Inoltre, le continue tensioni tra Stati Uniti e Cina e le minacce di omicidio per il viaggio a Taiwan della presidente della Camera Nancy Pelosi potrebbero portare a un embargo della Cina contro gli Stati Uniti. Questo potrebbe danneggiare il loro fabbisogno di petrolio. L’aumento dell’offerta di petrolio da parte dell’OPEC potrebbe portare a un aumento dei prezzi del petrolio in futuro, dato che la domanda non sta aumentando.


Molte banche centrali occidentali hanno effettivamente spremuto denaro dai mercati aumentando significativamente i tassi di interesse. Dovrà incorporare ulteriori garanzie nelle opzioni di investimento dell’azienda. Investire meno danneggerà l’economia, che a sua volta ridurrà la domanda di petrolio.