• Domenica 28 Novembre 2021
  • (0)

Il monzese Daniele Magni porta il cinema di genere (amato da Tarantino) a Bookcity

Il cinema di genere fa il suo ingresso a Book City. Quello che un tempo era il cinema di serie B è stato protagonista della settimana milanese del Libro, e alla regia di questo abbattimento di barriere tra cultura libraria e cultura pop c'è un monzese doc, Daniele Magni che da decenni anima una libreria dal nome singolare, BloodBuster in via Panfilo Castaldi a Milano. Un luogo di ritrovo popolatissimo di cinefili di ogni età alla ricerca di film, dvd e libri di western, polizieschi, horror rigorosamente a basso budget e con pochi mezzi, una nicchia di genere poi sdoganata da Quentin Tarantino. L'occasione per la partecipazione a Book City per Magni era la presentazione della biografia sotto forma di intervista di Massimo Vanni, stunt, maestro d'armi, cascatore nelle pellicole anni 60 70, spalla di Tomas Milian e più recentemente controfigura di Dustin Hoffman e di Pacino, nel film su Gucci. Per una mattina l'Anteo di Milano ha rivissuto le atmosfere gloriose del cinema italiano degli artigiani. Riscoperto oggi anche grazie a Daniele Magni e al suo negozio.

Pier Mastantuono

Guarda gli altri video