Monza: c’è una città in miniatura nella sala dell’arengario
MONZA mostra lego in Arengario (Foto by Fabrizio Radaelli)

Monza: c’è una città in miniatura nella sala dell’arengario

City Blooming Monza è il titolo della mostra che da sabato 5 ottobre riempie la sala dell’arengario: un città in miniatura di 7 milioni di mattoncini Lego, grande 60 metri quadrati. Piena di sorprese, come Leclerc e Abbey Road.

Poi è successo che Sebastian Vettel un giorno ha deciso di versare una latta di olio per strada poco prima che passasse Lewis Hamilton facendo scivolare la sua Mercedes diritta contro un albero. Dove Charles Leclerc, vista la scena, si è messo a sventolare una bandiera a scacchi pregustando la vittoria del Campionato del mondo di Formula 1.

Wilmer Archiutti

Wilmer Archiutti
(Foto by Fabrizio Radaelli)

Tutto vero? Sì: succede nel mondo in miniatura fatto di Lego che da oggi riempie la sala dell’arengario di Monza. È “City Blooming”, una città da esplorare con gli occhi tra infinite sorprese e dettagli realizzata con 7 milioni di mattoncini, che potrà essere vista nel palazzo di piazza Roma da sabato 5 ottobre fino al 6 gennaio. A immaginare e realizzare i 60 metri quadri del diorama è stato Lab (Literally addict to bricks) insieme a Giuliamaria e Gianmatteo Dotto Pagnossin, prodotta e organizzata da ViDi in collaborazione con il Comune di Monza.

Il punto di partenza? Un elegante palazzo bianco e giallo «che un giorno potrebbe idealmente essere la nostra sede», racconta Wilmer Archiutti, fondatore di Lab, il laboratorio creativo di Roncade (Treviso) da cui tutto è cominciato.

A Monza una città tutta da scoprire a caccia di minifigure sorprendenti e fuori contesto: i personaggi Disney, quelli di Star Wars, E.T. come Ritorno al futuro e i Simpson, una corsa di maiali e gli ufo che nel campo di grano, dopo avere lasciato i classici crop circles, rapiscono una mucca. C’è anche Abbey Road, con tanto di Beatles, nel cinquantesimo della pubblicazione dell’ultimo libro della band. In ogni caso, niente paura: per ogni evenienza ci sono le squadra speciali al lavoro e, alla peggio, i Ghostbusters in servizio non lontano dalla caserma. Tra una festa in maschera e cantieri, la spiaggia e il porcellino da salvare, il luna park e la vita cittadina, un lungo viaggio attraverso la fantasia per risvegliare (a chi l’avesse persa) la passione per i Lego.

City Blooming all’arengario di Monza

City Blooming all’arengario di Monza
(Foto by Fabrizio Radaelli)

Nella sala dell’arengario è stata riservata un’area gioco per i mini-visitatori dove «l’ordine che daremo ai bambini è di non mettere in ordine» dice e sorride Archiutti, ma in programma ci sono anche laboratori “per consentire ai più piccoli di cimentarsi in attività studiate per stimolare la loro creatività”.

«I Lego sono il simbolo del gioco per eccellenza – dichiara l’assessore alla Cultura Massimiliano Longo – capaci di stimolare, da sempre, fantasia e creatività. Si tratta di una mostra che abbiamo fortemente voluto perché è un’imperdibile occasione per promuovere la città e regalare a tante famiglie un momento importante di svago».

“City Booming Monza” è aperto tutti i giorni tranne il lunedì: dal martedì al venerdì 10–13 e 15– 19, sabato e domenica 10–19. Il biglietto intero costa 8 euro, ridotto 6 (over 65, ragazzi 12–18), ridotto bambini 4 (4–12 anni) e ridotto famiglia 20 (2 adulti + 2 bambini).


© RIPRODUZIONE RISERVATA